giovedì 12 marzo 2020

CENA CON DELITTO


Qualcuno mi aveva parlato in termini poco lusinghieri di questo film di Rian Johnson, forse perché ce l'aveva con lui a causa del reboot di Star Wars.
Qui invece, senza spade laser e cattivoni mascherati da pirla, funziona tutto benissimo e Rian ti sforna un giallo alla Agatha Christie (all' inizio, ma poi sa cambiare abilmente registro) che ti tiene incollato allo schermo per due ore e dieci grazie alla bravura di un cast da oscar su cui spicca l'investigatore interpretato da un Daniel Craig più rotondetto di come siamo abituati a vederlo quando fa 007, e molto divertente per il suo modo di fare alla tenente Colombo; tuttavia si perde un po' parte dell' interpretazione di Craig che in originale mostra uno spiccato accento del sud, ma il doppiaggio italiano di Francesco Prando rende almeno l'enfasi con cui recita.
Ana De Armas poi è talmente bella che è un valore aggiunto ai vari Chris Evans, Jamie Lee Curtis, Don Johnson, Toni Collette e naturalmente Christopher Plummer che ha ben sigillato nell' armadio degli scheletri quel film supertrash di cui ho parlato QUI, cioè Scontri Stellari Oltre La Terza Dimensione (titolo che non significa assolutamente nulla, ma all'epoca faceva figo chiamare un film così) ed ecco che in qualche modo l'attore chiude il cerchio con  Star Wars.
Certo il titolo originale, Knives Out, aveva un riferimento molto più marcato nella scena finale, ma va benissimo anche così in italiano, anche se la cena vera e propria in effetti nemmeno si vede, come succedeva in un famoso film di Buñuel.

4 commenti:

  1. Ammazza, da vedere anche solo per il cast così corposo!! :o

    Moz-

    RispondiElimina
  2. A me era piaciuto tantissimo. Visto al Torino Film Festival in lingua originale mi sono goduta ogni pazzo accento!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho visto doppiato e, a parte Pino Insegno che con Walt non c'entrava nulla, tutti gli altri erano perfetti. Pure il modo di fare di Craig era reso bene in italiano.

      Elimina