venerdì 10 luglio 2020

A SPASSO CON BOB


Devo innanzitutto ringraziare Vanessa per avermi fatto conoscere questo delizioso film.
Ho già detto infatti che ritengo di avere un buon rapporto di vicendevole informazione con gli altri bloggers di cui molti sono di sesso femminile, per cui apparentemente poli opposti al mio, e invece con più punti in comune di quanto si creda.
Il film è del 2016 ed è diretto da quel Roger Spottiswoode che ha firmato anche un Bond versione Brosnan, lasciando sul set un ricordo di sé non proprio entusiasmante in quanto passava parecchio tempo a litigare un po' con tutti. Beh ognuno ha i suoi hobby.
Qui le cose si svolgono invece nel mondo di James Bowen, mentre io nella mia storditudine avevo capito Brown come The Godfather Of Soul (Gedoppa Gedounapp), un ragazzo tossicodipendente che suona per strada e che ha tutte le buone intenzioni per lasciarsi alle spalle lo spettro della droga, ma quando sei in quel giro è tutto molto complicato.
Finché un bel giorno non ti arriva sto gattone rosso (forse un angelo sotto mentite spoglie) e James, non senza difficoltà e intoppi, scopre dei nuovi interessi nella vita, compresa la vicina di casa animalista e salutista.
La storia tutta da gustare è vera, James è tuttora vivo ed ha raccontato la sua storia in un libro dal quale è stata tratta la sceneggiatura, mentre Bob il micione (che ha recitato personalmente nel film) è purtroppo mancato recentemente.
Piccola curiosità: nel cast ci ho trovato ben due attori provenienti da Downton Abbey di cui ho parlato QUI.
Disponibile, questo, su Netflizzzz.

8 commenti:

  1. Noi l'abbiamo visto al cinema, da buoni gattari che siamo :) Un ottimo film, divertente ma anche tanto ma tanto commovente! E mi ha fatto ovviamente molto dispiacere la dipartita di Bob

    RispondiElimina
  2. Sono la tua consigliera ufficiale di film con protagonisti gli animali 😁 comunque anch'io ho apprezzato molto questo film, ma di Downton Abbey ho solo notato Joanne Froggatt, chi è l'altro attore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È quello grosso che faceva il fornitore di alimentari e ci aveva provato con la cuoca

      Elimina
  3. Voglio vederlo da tempo, ma non mi sono ancora decisa. Adoro i gatti, in più sapere che è tratto da una storia vera è interessante.

    RispondiElimina
  4. Gesù, quanto ho pianto. E quanto piangerei ora, sapendo che il povero Bob non c'è più ç_ç

    RispondiElimina

NOMADLAND E MINARI: DUE PREMI OSCAR 2021 STRANAMENTE COLLEGATI DALLA MUSICA

 Eccomi qui dopo la visione dei due film che hanno portato a casa l'Oscar nell'edizione più recente della manifestazione: Nomadland ...