venerdì 14 febbraio 2020

THE THEATRE BIZZARRE


Per San Valentino, tra cuoricini pucci pucci, serve che qualcuno ti consigli un film alternativo alla rima cuore/amore?
Questo ad episodi del 2011, inedito in Italia, affronta il tema delle coppie e dell'amore (eccetto forse due di essi), ma nel modo più orrorifico che abbia mai visto, e di cose horror ne ho viste parecchie.
Giuro che ci sono dei momenti da stomaco forte e anche di più, da "bastardinside", ma non voglio spoilerare niente per non togliere l'effetto sorpresa.
La parte più debole è sicuramente quella che lega insieme i vari episodi, cioè della ragazza che entra nel teatro fatiscente e assiste a quella rappresentazione tenuta nientemeno che da Udo Kier 

(Histoire d'O).
Anzi, se non c'era non cambiava nulla perché gli episodi presi uno ad uno sono davvero spettacolari e anche molto diversi tra loro come atmosfera, dal vero horror al momento più introspettivo.
Una nostra vecchia conoscenza, Tom Savini, dirige ed interpreta uno di essi, ma stavolta senza la famosa mutanda-revolver che sfoggiava in Dal Tramonto All'Alba che aveva gentilmente prestato anche a Sofia Vergara in Machete Kills 

di cui avevo parlato QUI.
Ah... d'altronde cosa non si darebbe all' amica Sofia se te lo chiede?

Nessun commento:

Posta un commento

THE BLACK HOLE, OVVERO QUELLA VOLTA CHE LA SUPERMEGA-DISNEY-GALATTICA HA PROVATO A FARE IL PASSO PIÙ LUNGO DELLA GAMBA (E NON È ANDATA MOLTO BENE)

Era la fine degli anni 70 e alla Disney rosicavano non poco per il grande successo di George Lucas e il suo Guerre Stellari (e a forza ...