giovedì 18 giugno 2020

LUPIN III IL FILM



Quando ho cominciato a guardare questo Lupin III live action del 2014 non sapevo assolutamente nulla del cast, per cui la sorpresa è stata enorme quando ho visto il caro vecchio Nick Tate, l'australiano che interpretava Alan Carter in Spazio 1999


che qui dà il volto a Thomas Dawson, il grande capo di una società criminale.
Per il resto ho trovato una Fujiko che pare Anna Tatangelo e un Lupin senza basettoni, ma con orecchie a sventola e Cinquecento gialla.
Per assurdo era più somigliante al vero Lupin il buon Valerio Mastandrea nel simpatico corto "Basette".


Oppure quelli dei due famosi corti amatoriali che si possono trovare su youtube:



Una nota molto negativa sul doppiaggio che mantiene le voci del cartone, ma che appaiono in molti casi totalmente fuori luogo, almeno secondo la mia impressione, specialmente su Lupin e Zenigata in particolare.
Quindi alla fine il prodotto non è male, ma ci si dimentica spesso di cosa si sta guardando a causa di lensflare a manetta, come Giggi Abrams insegna, e azione alla quale siamo ormai abituati da diversi anni tra John Wick e prodotti Marvel.
Forse è meglio continuare con le produzioni animate...


2 commenti:

  1. Infatti, il rischio di scadere nel trash più assoluto... è sempre dietro l'angolo, con produzioni del genere.
    Paradossalmente, se sono occidentali a fare personaggi tratti da anime, assomigliano sempre di più dei giapponesi. Hai presente il nostrano telefilm di Licia? Erano UGUALI.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si, perché i disegni degli anime non hanno tratti orientali.

      Elimina

LA RICETTA DEL GIORNO: PATATE IN PADELLA ALLA JOKER

  Ritornano i miei sogni sgangherati che ogni tanto mi capita di raccontare qui. Dopo l'incontro con i  QUEEN  e il film degli  E.L.&...