mercoledì 20 novembre 2019

MAGNOLIA


Si parla in questi giorni di Paul Thomas Anderson, quell' Anderson che ha diretto Joaquin "Joker" Phoenix in Vizio Di Forma e da non confondere con il suo quasi omonimo, cioè quello che fa i film su misura per la moglie Milla (Jovovic ndr), e sembra che nel prossimo febbraio possa inziare le riprese di un nuovo film che potrebbe essere strutturato come Magnolia, sua pellicola del 1999 con una durata di tutto rispetto che supera le tre ore senza però fartele pesare, cioè per capirci... scorre meglio di un qualsiasi recente episodio di The Walking Dead!!!
Facezie a parte, è da notare che il documentario sulla lavorazione del film, incluso nel disco, è ancora più lungo, ma anche quello te lo godi tutto!!!
Magnolia racconta le storie di nove personaggi che andranno ad intersecarsi, un po' come il di molto precedente America Oggi di Altman o il successivo Crash Contatto Fisico di Paul Haggis.
Spicca su tutti un Tom Cruise mai stato così antipatico, odioso, bastardo  ecc ecc, doppiato egregiamente dall'ottimo Chevalier. La sola parte dedicata a lui varrebbe l'intero film.
Ma chiaramente sono importanti anche gli altri personaggi interpretati da nomi come Julianne Moore, William H.Macy, John C.Reilly, Philip Seymour Hoffmann e gli altri che danno tutti una prova d'attore pressoché perfetta.
Anche la colonna sonora è molto bella, in particolare la canzone dei titoli di coda Save Me, cantata da Aimee Mann in un videoclip d'autore girato proprio sul set del film,

e addirittura un' altra sua canzone, Wise Up, diventa parte integrante della scena con gli attori stessi che la cantano in un momento "musical" molto particolare, ma Magnolia NON è assolutamente un musical.

Come spesso succede, molte sono le lodi e le nomination all'Oscar, ma nessuna statuetta si fa vedere. A Berlino invece si prende un bell' Orso d'oro, come dire... meglio un orso oggi che una gallina......?
No niente...

4 commenti:

  1. Pitì Anderson dirige con Altman nel cuore, questo per me è stato il suo film “maledetto”, nel senso che per tre volte di fila, ho provato a recuperarlo (lo avevo perso al cinema) e ogni volta accedeva qualcosa che mi impediva di vederlo per intero (storia vera). Forse meglio, perché con il suo ritmo leeeeeento ha bisogno di essere assaporato. Ora mi piace, ma che fatica riuscire a vederlo ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che bisogna avere tempo... sono pur sempre tre ore... poi però ti accorgi che ne è valsa la pena. Io posso dire di averlo visto la prima volta in homevideo tutto in una botta sola, ma io sono tutto matto, si sa...

      Elimina
  2. Un piccolo gioiello. E hai ragione: il personaggio di Cruise è stupendo, forse vedrei tre ore solo di lui!
    Amo questo genere di storie, dove tante trame sconnesse alla fine non lo sono... :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noto con piacere che non sono il solo ad essere aperto un po'a tutti i generi 😂😂😂

      Elimina

NOMADLAND E MINARI: DUE PREMI OSCAR 2021 STRANAMENTE COLLEGATI DALLA MUSICA

 Eccomi qui dopo la visione dei due film che hanno portato a casa l'Oscar nell'edizione più recente della manifestazione: Nomadland ...