domenica 9 agosto 2020

LA METEORA INFERNALE (LA SCI FI VINTAGGIA, MA EFFICACE)

Un meteorite cade sulla terra e i suoi frantumi a contatto con l'acqua crescono a dismisura diventando dei monoliti giganteschi che poi crollano a terra frantumandosi in tanti pezzi che crescono di nuovo a dismisura diventando dei monoliti giganteschi che poi crollano a terra frantumandosi in tanti pezzi che crescono di nuovo a dismisura... e via così per un bel po'. 
In più, se qualche essere vivente viene a contatto con quei cristalli, si ritrova in men che non si dica pietrificato come se avesse incontrato la mitologica Medusa.
Girato ancora in bianco e nero, nonostante l'anno precedente Il Pianeta Proibito fosse già in Technicolor, ma tanto lo avevo visto ai tempi della tv in bianco e nero in una rassegna di film al pomeriggio dove c'era anche Atragon di Ishiro Honda, il film del 1957 non ha nomi altisonanti in cartellone, ma ha una bella resa sugli effetti speciali dei cristalli giganti che crollano su modellini di case avanzando inesorabilmente;
effetti artigianali che una moderna CGI forse riuscirebbe persino a rendere farlocchi.

4 commenti:

  1. Questo mi manca, lo conosco solo di fama senza aver mai avuto la possibilità di vederlo, però sempre figo ;-) Cheers

    RispondiElimina
  2. Non lo avevo mai sentito! Grazie Bobby, questo proprio mi mancava!

    RispondiElimina

I MITCHELL CONTRO LE MACCHINE, OVVERO UNA NORMALE FAMIGLIA DI "NON" SUPEREROI

 Occhio con queste intelligenze artificiali sempre più intelligenti, che poi succede come in questo film, surreale, fantasioso, ma sotto sot...