venerdì 25 settembre 2020

SUPERSTORE (NON PROPRIO SUPER MA A QUALCUNO PIACE)

 Ecco un'altra serie di Prime che ha tradito le mie aspettative. Forse anche un po' per colpa mia perché dalle premesse mi ero immaginato che fosse come una cosa alla Scrubs, ma ambientata in un superstore (il titolo appunto)


solo che America Ferrera, la ex Ugly Betty, e tutta la serie di attori che vi recitano danno l'idea di comportarsi un po' troppo sopra le righe appositamente per apparire divertenti, risultando invece (a parer mio) solo irritanti. La differenza sostanziale con Scrubs è che anche lì le situazioni erano chiaramente esagerate, ma erano anche talmente azzeccate tutte le gag che non potevi fare a meno di ridere e basta. Qui invece ogni gag scorre pure a fatica e ti aspetti già dove sta andando a parare. 

Per me ha tutta l'aria di un' occasione mancata, ma a quanto pare a qualcuno è piaciuta perché sono arrivati alla quinta stagione

4 commenti:

  1. Spiace che non ti sia piaciuta, a noi come sai è piaciuta molto..ci siamo fatti tante risate con questa serie :) E poi c'è sempre quella vena satirica sulla società americana che non guasta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo la satira si sente, però forse sono io che sono di gusti particolari. Difatti se hanno prodotto cinque stagioni un motivo ci sarà😀

      Elimina
  2. Non ho mai sentito nominare questa serie 😅 comunque non è il mio genere.

    RispondiElimina

NOMADLAND E MINARI: DUE PREMI OSCAR 2021 STRANAMENTE COLLEGATI DALLA MUSICA

 Eccomi qui dopo la visione dei due film che hanno portato a casa l'Oscar nell'edizione più recente della manifestazione: Nomadland ...