martedì 15 settembre 2020

COUGAR TOWN, LA SERIE CHE CAMBIA SECONDO I GUSTI DEL PUBBLICO

 Alzi la mano chi negli anni 80 non si è preso una cotta per quella ragazzina che Bruce Springsteen invitava a ballare sul palco durante Dancing In The Dark. Ecco... chi l'ha alzata può pure smettere di leggere perché oggi qui si parla proprio di lei: Courteney Cox che all' epoca era quasi sconosciuta se non per una serie anni 80 supereroistica che andava in onda su quei circuiti locali tipo Odeon Tv e che era Misfits.

Courteney che poi è diventata un po'più grandicella interpretando Monica di Friends e mettendosi così da parte quanto le serve per assicurarsi una buona pensione.

Monica che diventerà Jules, decisamente molto meno ragazzina in una nuova serie di una decina di anni fa dal titolo Cougar Town


ideata da Bill Lawrence, cioè la mente di Scrubs (dalla quale si è portato dietro Christa Miller, cioè Jordan) insieme a Kevin Biegel, con l'apporto di Courteney stessa e David Arquette.

Prima di tutto cos'è una cougar lo sappiamo tutti? Una cougar è una donna di mezza età, single, che cerca ragazzi giovani, mentre le milf sono mamme che agli ometti ci piacerebbe... fare cose con loro. 

Partendo quindi dalla definizione di cougar, i primi episodi della serie dipingono Jules come una perenne arrapata in cerca di giovani prede e la passione per il vino, ma il basso gradimento del pubblico ha spinto Bill a modificare sostanzialmente il carattere del personaggio smussando un po' l'aspetto puramente sessuale con cui tutto era partito. E infatti le sceneggiature cambiano registro dal punto di vista relazionale (ma resta protagonista la passione per il vino) a partire dal settimo episodio e diventano una via di mezzo sullo stile dei Medici Ai Primi Ferri/Friends, complici anche alcuni camei degli altri protagonisti di quella stupenda serie ospedaliera. Addirittura si era anche ipotizzato un cambio di titolo della serie per fare dimenticare la parola Cougar e introdurre invece dei riferimenti a Friends, anche perché ci sarebbe stato pure qualche cameo degli ex coinquilini di Monica, ma alla fine il titolo è rimasto invariato.

D'altronde bisogna dare al pubblico quello che chiede, è la legge dello show business.

4 commenti:

  1. E' davvero incredibile come stia cambiando il rapporto tra pubblico e produzione, grazie ai social media i fan sembrano avere davvero il potere di modificare il loro show del cuore secondo i loro desideri. Ci sono casi come Lucifer in cui una serie destinata a finire prosegue invece per volere del pubblico... Difficile dire se questo potere dato agli spettatori sia un bene o un male, visto che come sappiamo non sempre la gente sa quello che vuole... in ogni caso è un fenomeno da studiare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non sono sicuro se sia un bene, viste anche le polemiche per il finale del Trono Di Spade. In questo caso non è stato direttamente il pubblico a chiedere di cambiare lo show, ma i bassi indici di ascolto che hanno fatto riflettere gli autori. Così con un cambio in corsa sono arrivati fino alla sesta stagione.

      Elimina
  2. Ho visto su youtube il cameo del compianto Sam Loyd, che poi interpreta il suo personaggio Ted Buckland di Scrubs, veramente molto divertente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero. Anche se bisogna dire che alcuni di quei camei sono solo delle scene inserite ad hoc nell' episodio senza nemmeno la presenza del cast. Non è il caso di quelli di Sam Lloyd che anzi è apparso in parecchi episodi.

      Elimina

FESTA DELLA MAMMA

 Oggi è la festa della mamma e mi voglio mettere su una canzone che si chiama proprio così, madre, cioè  MOTHER dei Pink Floyd, anche se la...