giovedì 3 settembre 2020

UNDERWORLD, UNA SAGA CHE MENO SIAMO E MEGLIO STIAMO

 Quando è uscito il primo Underworld è stata una folgorazione. I vampiri erano presentati con un look rinnovato emo-goth figo già di suo e, specialmente le vampire, erano come sempre (e ancora di più) di una bellezza esagerata.

Certo Kate Beckinsale già di suo ha tutte le cose a posto, ma qui si è presa un posto nel mio cuore.
Il secondo film continuava la saga degnamente, mentre nel terzo Kate non c'è per cui non esiste (eh, gente è così).
Gli altri due film sono due ciofeche abbastanza noiose e imbarazzanti, ma almeno Selene c'è. La cosa più fastidiosa è l'abuso del filtro blu sulle immagini che invece nei primi due film era appena accennato e nemmeno in tutte le scene. Eh ma ora il cinema si fa così...
A contribuire il mio progressivo disamoramento per vampiri e lycans ha contribuito pure la saga di Twilight sbeffeggiata in mille film parodia tipo questa scena di Mordimi: "Sai chi siamo noi???" "I Black Eyed Peas?" mi fa piegare!!!


2 commenti:

  1. Non ho visto la serie di Underworld, ma quella di Twilight sì... perchè quello che mi frega è la curiosità e volevo capire perchè ha avuto tanto successo. E niente, non ci sono riuscita XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confesso che il primo episodio non mi era dispiaciuto, ma il resto invece m'ha fatto passare di mente tutto quello che c'era di buono, pure la soundtrack dei Muse (che è un pezzo spettacolare come sono spettacolari loro). E le parodie sono migliori dell' originale😂😂😂

      Elimina

NOMADLAND E MINARI: DUE PREMI OSCAR 2021 STRANAMENTE COLLEGATI DALLA MUSICA

 Eccomi qui dopo la visione dei due film che hanno portato a casa l'Oscar nell'edizione più recente della manifestazione: Nomadland ...