sabato 6 giugno 2020

QUEEN LIVE KILLERS (LIVE SI, MA QUASI)



Primo disco dal vivo della storica band inglese, ma non privo di segreti più o meno noti.
Il più clamoroso è l'inserimento di una parte vocale di studio nell' intro di Don't Stop Me Now, 

intro che invece Freddie non ha quasi mai cantato perché accortosi troppo tardi che era decisamente troppo alta per essere eseguita dal vivo con tipo un'ora di show già sulla schiena.
Per questo ed altri motivi Roger Taylor, batterista della band, non ha mai apprezzato granché il lavoro che è per il cinquanta per cento un "taglia e cuci" di varie registrazioni e in alcuni brani si sentono in maniera più evidente i montaggi fatti, come è riportato con dovizia di particolari su QUESTO SITO.
Ma ciò non toglie che fino a quel disco i Queen del Freddie senza baffi erano ancora la mia band preferita in assoluto, mentre in seguito (precisamente da The Game in poi) li ho apprezzati molto meno.
E comunque non si tratta di un caso isolato in quanto tali lavori di montaggio e di sovraincisioni sono sempre stati fatti anche in pietre miliari della musica come "The Song Remains The Same" dei Led Zeppelin, "Kiss Alive" e "Live And Dangerous" di Thin Lizzy.
Per non parlare dei dischi italiani come "Banana Republic" di Dalla e De Gregori in cui è stato sovrainciso un pubblico da partita di calcio perché nelle registrazioni originali non si sentiva nulla.
Persino il videoconcerto di Beyoncè I Am è un collage di spezzoni da diverse parti del mondo, ma in quel caso ogni spezzone ha la didascalia onesta che indica da dove arriva.
Quindi se si vuole il sound reale del concerto si deve ripiegare sui bootleg che saranno sicuramente più scarsi come qualità, ma più fedeli nella registrazione.

2 commenti:

  1. Ci sta, appunto anche in Italia si fa così. Per motivi tecnici o anche solo per voglia di avere un disco senza le belle imperfezioni live, quindi un finto live.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'altronde anche i Litfiba avevano rimaneggiato Pirata☺

      Elimina

SPACE JAM THE NEW LEGENDS: DAVVERO NE SENTIVAMO IL BISOGNO?

 Quanto era bello il primo film? Un sacco e pure di più, anche se io personalmente avevo preferito il successivo Looney Tunes Back In Action...