venerdì 14 maggio 2021

LA RICETTA DEL GIORNO: PATATE IN PADELLA ALLA JOKER

  Ritornano i miei sogni sgangherati che ogni tanto mi capita di raccontare qui. Dopo l'incontro con i QUEEN e il film degli E.L.&P. che non riuscivo a vedere per tutta una serie di imprevisti, tocca a qualcosa di ancora più surreale: l'incontro con il Joker. Ero tranquillo al lavoro quando ti vedo arrivare una ghenga di personaggi tra i quali Catwoman e Harley Quinn che si fermano per lasciare il passo al villain per eccellenza, cioè il Joker che mi si avvicina sorridente (e come sennò?), ma non in carne ed ossa tipo Romero, Nicholson, Ledger o Leto: quello che ho davanti è proprio il personaggio della serie animata, quella in cui Mark Hamill gli dà la voce e la risata.


Ma aldilà della forma con cui egli mi si palesa, la cosa ancora più particolare è la domanda che mi fa: mi chiede un consiglio su come cucinare le patate in padella!!! Allorché io cerco di far bella figura e mi atteggio a Carlo Cracco sfoderando tutte le mie conoscenze in cucina (beh un po' di abilità ci vuole perché in fondo è anche facile farle carbonizzare, no?). Dopodiché una specie di hostess da fiera mi invita a seguirla per un meeting di lavoro con dei colleghi, uno dei quali indossa con estrema disinvoltura una parrucca tipo Carrà con un effetto del genere:

Evabè il Joker e le patate ancora ancora li reggo, ma a quel punto mi sono svegliato perché il troppo è troppo anche nei sogni eh...

giovedì 13 maggio 2021

YATTAMAN - IL FILM (LIVE ACTION)

 Parlavo un bel po' di tempo fa di come le versioni live action degli anime giapponesi diventino tremendamente trash.


In effetti pure questo Yattaman non sfugge alla regola, tuttavia l'accuratezza nel ricreare i personaggi qui sta su un livello un pochino superiore e gli sforzi portano ad un risultato perlomeno decente. Anzi, nel caso di Miss Dronio, interpretata da Kyoko Fukada che ho ritrovato dopo averla vista nei panni rococò della lolita di KAMIKAZE GIRLS, il personaggio qui ha un gusto da cosplay fetish

come le OCCHI DI GATTO DEL FILM, che ricalca in maniera aggiornata quello dei cartoni e non guasta assolutamente. Si vede anche il trio fare IL BALLETTO CON CANZONE INCLUSA
e in fuga sul tandem triplo dopo l'ennesimo malefico piano andato in fumo, per cui direi che non manca proprio niente. Anzi, anche il doppiaggio italiano è stato curato e supervisonato dal fanclub ufficiale inserendo appositamente frasi e citazioni non presenti nell' originale, ma che rendono il tutto più simpatico e nostrano per chi seguiva i cartoni in tv. Ovviamente siete avvisati che se prodotti di questo genere non vi interessano è meglio starne alla larga e guardarvi un bel film premio Oscar, più serio e dignitoso... ma meno divertente😀.

mercoledì 12 maggio 2021

MARVEL STORIES (PER SAPERNE DI PIÙ SU QUELLO CHE C'È DIETRO A MASCHERE E CALZAMAGLIE)

  Ecco su Prime un interessante dietro le quinte della Marvel, decisamente diverso dalla NUOVA SERIE di Disney+, e composto da tre blocchi fondamentali.


Nel primo si parla di quando la casa dei supereroi era quasi in bancarotta e veniva svenduta a magnati della finanza che manco sapevano cosa avevano per le mani: basti dire che parecchi erano convinti che fosse la casa editrice di Superman... Con il secondo si racconta della nascita del fanatismo collezionistico verso i fumetti, con numeri uno editoriali venduti a cifre pazzesche e naturalmente mai toccati da mani umane, per cui accuratamente conservati intonsi dentro a custodie plastiche da esposizione. Cosa che ha portato alla nascita del famoso Comic-Con dove oltre ai fumetti sono diventati di casa anche i cosplayers ed ha notevolmente risollevato le finanze in casa Marvel. Del terzo atto è protagonista il Marvel Cinematic Universe che è nato un po' come una sfida con il primo film di IronMan in cui pochi credevano, essendo Tony Stark un personaggio che non godeva della stessa fama di quelli già di proprietà della Sony e della 20th Century Fox come Spiderman, gli X-Men o i Fantastici 4, questi ultimi bollati però da una maledizione cinematografica mica da poco, visti i risultati nel corso degli anni e ne avevo parlato tempo fa in QUESTO POST. Scommessa vinta però perché i risultati hanno portato a quella caterva di film (un popo'tanti in verità) che hanno composto la saga degli Avengers, mentre dall'altra parte la DC tentava lo stesso gioco malamente con la Suicide Squad e la Justice League (ora rivisitata in versione EXTENDED). Quindi se siete nerd apprezzerete al massimo questo documentario doppiato in italiano per i pigri come me, mentre se siete solo spettatori occasionali degli eroi in tutina colorata potreste scoprire comunque dei retroscena interessanti su quel pazzo pazzo supermondo.

martedì 11 maggio 2021

BEFORE PINTUS: COME TUTTO EBBE INIZIO

 Premetto che Pintus mi sta simpatico quei dieci, quindici minuti in cui fa un monologo, ma poi dopo un po'... Dopo il successo di L.O.L., su Prime Video sono apparsi svariati spettacoli di Angelo registrati qualche anno fa in cui lui se la ride delle sue stesse battute davanti ad un pubblico che, siccome il biglietto l'ha pagato, ride per conseguenza, e che non fanno altro che confermare quanto detto prima. Ma nel mucchio è uscita anche una serie nuova di zecca che è una sitcom in stile Camera Cafè, ma non confinata davanti al distributore come la serie di Luca e Paolo, bensì con diverse locations anche in esterni, e racconta in maniera molto fantasiosa, gli esordi di Pintus nel mondo milanese dello spettacolo.


A sorpresa mi ha divertito un sacco; beh onestamente alcuni episodi sono forti, mentre altri non sono proprio riuscitissimi, due in particolare, cioè quello del camaleonte e l'altro del provino. Tutto sommato l'impianto scenico si regge anche perché non è solo Pintus in scena, ma ci sono, tra gli altri, Maurizio Casagrande, i Pampers, Rita Peluso e guest stars in ogni episodio, tra cui una sempre splendida Gloria Guida.
No... Gloria non è nella foto forse perché lei è più una guest star (anche se appare in più episodi) e questo invece è il cast fisso... Eh buongustai😀... allora dai, ecco una foto solo per lei:

Che dire? Splendida... 
Episodi di mezzoretta alla volta spartiti fra di loro così ci sta anche...

lunedì 10 maggio 2021

SENZA RIMORSO: SEMPRE MEGLIO DI UN FILM SCRAUSO CON BRUCE WILLIS

 Come la Marvel sta inventando saghe sui suoi supereroi minori, tipo falchi e soldati, qualcuno ha pensato che anche altri spunti letterari possono tornare buoni. Per cui un personaggio comprimario della saga di Jack Ryan scritta da Tom Clancy può meritarsi un film sulle sue origini (un po'come appunto la Marvel ha fatto con Wolverine con un film che a me piace moltissimo). Il personaggio in questione è John Clark, portato al cinema per primo da Wilhem Dafoe al fianco di Harrison Ford.


Ma in questo Senza Rimorso, come nel romanzo da cui è tratto, si chiama ancora John Kelly ed ha anche una diversa etnia (come si usa tanto fare nei nuovi prodotti) dato che gli dà il volto Michael B.Jordan, ovvero il Creed del film sul figlio di Apollo, che però non è quello che fece una palla di pelle di pollo... Oddio!!! Se cominciamo così... No, beh cercherò di essere serio... Dai trailer mi dava l'impressione del solito film alla Liam Neeson, dove l'uomo tranquillo offeso negli affetti diventa vendicatore, e in effetti la storia del libro è più attinente a quest'idea. Invece il film è stato sceneggiato in modo molto diverso, anzi per la maggiore è un film su una missione di squadra, anche se prende poi risvolti differenti ed entra in gioco la succitata vendetta. Stefano Sollima, consacrato ormai regista di film dove si spara tanto ed esplodono cose, dirige la pellicola, ma qualcosa non funziona come si deve perché troppo spesso quella che dovrebbe essere azione risulta un po' statica. Forse non sono problemi di regia ma piuttosto sospetto che ci siano stati problemi di montaggio, perché qualcosa non funziona, e in particolare nella scena in cui Kelly e la squadra sperano di essere salvati dopo un disastro aereo e tuttendetratto si ritrovano nel nascondiglio del superiore senza che si capisca come ci sono arrivati, se con l'aiuto di Albus Silente o Scotty di Star Trek (WTF???). Finalino post credits che butta le basi sia per un eventuale sequel che per stabilire un collegamento con le avventure successive che abbiamo già visto al cinema con Baldwin, Ford, Affleck e Pine, tutti nello stesso ruolo di Jack Ryan, anche se John (l'ho già detto) era un attimo differente. Anche se per me la presenza di Guy Pearce nel cast mi fa sempre sospettare la "sola", il film non è male, molto meglio di certe cose pubblicizzate sempre su Prime con Bruce Willis che lavora per pagare le bollette: lo spettacolo c'è, e alcune trovate sceniche sono geniali (la torcia elettrica sul pavimento), ma da Sollima, dopo i suoi precedenti, speravo meglio.

domenica 9 maggio 2021

FESTA DELLA MAMMA

 Oggi è la festa della mamma


e mi voglio mettere su una canzone che si chiama proprio così, madre, cioè MOTHER

dei Pink Floyd, anche se la mamma di cui si parla qui non la consiglierei a nessuno poiché è un tantino oppressiva e il piccolo Pink, protagonista di quel film diretto da Alan Parker, si ritroverà in un vero e proprio processo, ma organizzato dentro alla sua testa, a fare i conti con lei; questo quando diventerà adulto e diventerà una rockstar con tutti i problemi delle rockstar più uno... appunto sua madre. Lo so, aldilà della dolcezza della musica, il messaggio che arriva vedendo il film non è dei più edificanti. Ma allora?... non potevo mettere su Mamma di Beniamino Gigli? Potevo, si, ma dato che posso scegliere, ho scelto uno dei miei gruppi del cuore, che tra l'altro, in quei famosi tour italiani che ho visto, questa canzone non la avevano nemmeno in scaletta; ma erano quei Pink Floyd orfani di Roger Waters, bisogna precisarlo, e la canzone è interamente scritta da lui; eh si, era un periodo in cui il Roger era un po' despota e sia Rick Wright che Nick Mason in realtà suonarono in pochi brani perché continuavano a litigare con il "capo" e questo infatti non è uno di quelli: forse non tutti sanno (e nemmeno io quando acquistai il doppio album) che alle tastiere in questa canzone c'era Bob Ezrin, mentre alla batteria riprendeva il suo ruolo da turnista Jeff Porcaro dei Toto. Forse anche per questo motivo David (Gilmour), che aveva in tour con sé sia Rick che Nick, potendo scegliere come ho fatto io con Mamma, aveva preferito non prenderla in considerazione. A parte tutto è una canzone stupenda da The Wall che resta uno dei capolavori della musica mondiale. Ma adesso, giusto in coda, ecco anche The Other Side Of The Moon con (perché no?) MAMMA di Beniamino Gigli.

sabato 8 maggio 2021

TENEBRE E OSSA (E MIEI DUBBI)

 Serie tv di cui avevo sentito parlare in toni entusiasti, ma che invece non mi ha detto granché, vuoi perché tra maghi e superpoteri ormai sono in overdose, vuoi perché l'ambientazione russa non mi solletica più di tanto, vuoi perché magari ero mal disposto (o indisposto) quella sera di un venerdì passato (detto così sa un po'di Dickens, ma mancano il venerdì presente e quello futuro) in cui mi sono approcciato io alla visione.


Fatto sta che ad un certo punto ho mollato l'episodio su Netflix e mi sono messo a guardare il programma di Carlo Conti su Rai1 che perlomeno c'erano Pieraccioni, Papaleo e Ceccherini e due risate me le han fatte fare. Forse non era la serie che non andava bene. Forse era il momento sbagliato... forse non sei tu... forse sono io... perdonami Tenebre E Ossa... Prendiamoci una pausa per riflettere.

LA RICETTA DEL GIORNO: PATATE IN PADELLA ALLA JOKER

  Ritornano i miei sogni sgangherati che ogni tanto mi capita di raccontare qui. Dopo l'incontro con i  QUEEN  e il film degli  E.L.&...