mercoledì 24 giugno 2020

INCEPTION: MA COME FINISCE VERAMENTE IL FILM?


 

Sta per arrivare ad agosto Tenet, il nuovo intrigante film di Christopher Nolan di cui ho parlato QUI, ma oggi vorrei risolvere un dubbio su Inception che ritengo sia uno dei suoi più bei lavori. 
Un regista Nolan stimolato in questo film evidentemente dal marzulliano dubbio se la vita è sogno o se il sogno aiuta a vivere. Forse Inception è anche (boom! la sparo grossa...) uno dei più bei film in assoluto, per come è congegnato, per come si sviluppa, e specialmente per come termina. 
Si, perché sul suo finale sono stati aperti forum, blog, ecchipiunehapiunemetta. 
Per molti il colpo di scena sta nella trottola che non si sa se cade o gira all'infinito. 
Per me il plot twist si svolge invece già sull'aereo sul quale Cobb/DiCaprio si sveglia circondato dai suoi compari di impresa. 
Ecco: quelli che lo guardano un po' annoiati taluni o sorpresi altri, in realtà non hanno la minima idea di chi sia il signore che si è appena svegliato vicino a loro. 
In quanto Cobb si è sognato tutta la storia di due ore e passa, mettendo come protagonisti del sogno, gli altri viaggiatori che stavano casualmente sul suo stesso volo. 
Mi ero permesso di segnare su Wikipedia questa mia versione del finale, ma è stata brutalmente cancellata, per cui la recupero qui. Perciò il macchinario per il sogno condiviso non esiste, se non nel sogno che si è fatto Cobb durante il viaggio. 
Lo dimostrano, oltre a Michael Caine che lo accoglie all'arrivo, diversi altri momenti del film, che si svolgono esattamente come in un sogno anche quando si dovrebbe essere nella realtà. 
Piccoli particolari da scoprire dopo alcune visioni ripetute, almeno nel mio caso l'ho rivisto tre volte per verificare certi passaggi e avere la conferma della mia tesi.
Ma poi la trottola che gira prima dei titoli di coda lascia il dubbio se quella sia realtà o ancora sogno. Comunque è visivamente spettacolare e mentalmente intrigante. 
Marzullescamente parlando...

8 commenti:

  1. Perché è importante? Nolan sposta la macchina da presa seguendo la direzione dello sguardo di DiCaprio, il personaggi fa la sua scelta (ignorando la trottola), l'ultima inquadratura è un riuscito scherzetto, quasi una faccenda tra noi e il regista ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, in effetti è meglio restare nel dubbio di sognare o essere in un sogno pieno di dubbi? Marzullescamente parlando...

      Elimina
  2. Beh, la trottola alla fine è lasciata volutamente ambigua... così non si potrà mai dare una risposta univoca al dilemma.
    Ma sposo la tua teoria.

    Moz-

    RispondiElimina
  3. Dovrei riguardarlo dopo aver letto il tuo post perché onestamente non la ricordo proprio questa scena XD (l'ho visto solo due volte. Perdono)

    RispondiElimina
  4. Ora devo correre a rivederlo, la tua teoria è proprio intrigante! Comunque il film piace anche a me, anche se continuo a preferire Memento... ma magari, rivedendolo alla luce della tua interpretazione, cambio idea...

    RispondiElimina

GLI STATUS QUO PERDONO IL LORO BASSISTA E FONDATORE

 Chi non conosce e chi non ha ballato quella canzone, forse la più salterella del mondo, cioè quella che porta il titolo di  WHATEVER YOU WA...