venerdì 19 luglio 2019

FIRST MAN

La missione Apollo 11 ha portato l'uomo sulla luna... azz ho spoilerato il finale??? Non esattamente, dato che la storia è storia straconosciuta, col famoso piccolo passo per l'uomo e grande passo per l'umanità. Ma poi? Come cantava Tasmin Archer nella sua Sleeping Satellite,

tutto si è fermato a causa degli enormi costi e rischi di vite umane che certe missioni spaziali implicavano, difatti come si vede nel film la gente comune protestava di brutto contro tali manifestazioni di potenza e sprechi finalizzati solo ad una corsa invidiosa contro la Russia che (mannaggia) sembrava aver più successo degli americani in campo spaziale; la verità più probabile invece era che certi fallimenti che sicuramente avranno subito anche i russi, venivano invece abilmente insabbiati, lasciando vedere solo i successi per far rosicare gli ammerigani. Fatto sta che guardando questo film di Damien LalaLand Chazelle viene spontanea la domanda: perché? Perché tanto spreco di soldi e di vite umane per una cosa così LETTERALMENTE fuori dal mondo? Certo senza tali conquiste non avremmo avuto serie tv come Spazio 1999 e tutta la filmografia inerente ai viaggi spaziali e sai quanti copioni in meno avrebbe potuto sfornare Hollywood e non solo Holly? Per fortuna dal punto di vista umano, adesso mandiamo soltanto sonde ad esplorare i pianeti, così se si rompe è "solo" una questione economica, anche se di tanti zeri. Comunque il film rende bene la dimensione claustrofobica delle cabine di pilotaggio, la confusione di levette e indicatori sui pannelli di controllo, la vista dai finestrini che non era esattamente panoramica. E forse alimenta ancora una volta le teorie dei lunacomplottisti per i quali quello sbarco sulla Luna era tutta una finzione realizzata in studio da Stanley Kubrick, ma senza Ryan Gosling con le sue mille espressioni (una)...
Comunque non male il film anche se ai cittadini stelleestrisce non è andata giù che il regista non abbia mostrato Neil Armstrong che piantava la bandiera sulla luna. Ah ma allora vuoi vedere che non c'è nessuna bandiera lassù??? Evvai di lunacomplotti...

4 commenti:

  1. Sarò di parte perché l'astronautica, le missioni spaziali e annessi e connessi sono per me una passione assurda: a me il film è piaciuto da morire! Gosling/Armstrong secondo me era perfetto...e anche gli effetti sullo spinning di Gemini 8: si sentiva scricchiolare la lamiera, proprio la sensazione di sventratura da un momento all'altro!! Rifatte benissimo le capsule e i vari moduli...tutto molto bello davvero!

    Gli americani manco li considero che se non gli sventoli la bandiera sotto al naso non ti vedono nemmeno...bah!

    P.S. Ieri sera King Crimson FANTASTICI, SPAZIALI!! Dalle 21:30 a oltre mezzanotte (con 20 min di pausa in mezzo)....finale bis con 21st century schizoid man da PAURA!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma giusto qualche piccola espressione in più non guastava dai. Gosling così statico comunque è perfetto nel nuovo Blade Runner, in Drive, in Nice Guys, in Lalaland, in Lars (meno conosciuto ma te lo consiglio). Ma sempre meglio lui con la sua fissità enigmatica, che altri che magari esagerano e snaturano il personaggio che avrà avuto sicuramente le sue paure e momenti di gelo. Bene per il concerto dai!!!

      Elimina
    2. Beh si, hai ragione!! Sai di Blade Runner 2049 avevo una paurissima (dato il mio amore smisurato per il film di Scott) e invece mi è piaciuto moltissimo!! Anche Drive grandissimo film... Gli altri che citi non li ho visti, vedrò di recuperarli 😉

      Elimina
    3. Nice Guys in coppia con Russell Crowe è divertentissimo mentre Lars è probabilmente adatto più che mai alla fissità di Gosling. Vedrai.

      Elimina

MAC RONAY, MAGO TUTTO DA RIDERE

 Mr Forest, il Mago Oronzo, e tanti altri che si vedono in programmi tipo Italia's Got Talent sono illusionisti che oltre alla bravura n...