sabato 20 febbraio 2021

VICE: IL WESTWORLD DEL DISCOUNT

 Bello il poster del film, vero? Cioè specifico che è il poster che ti fa vedere Prime Video sul suo menù:


Anch'io l'ho pensato che fosse bello perché mi ricordava quel film di Michael Crichton con Michael Douglas e Genevieve Bujold che era COMA PROFONDO. Purtroppo il discorso che non si deve giudicare un disco o un libro dalla copertina vale anche in questo caso e, oltre al fatto che il vero poster è questo,

mi sono trovato davanti ad una versione scrausa di Westworld; difatti la Warner Bros. ha pure intentato una causa verso la casa produttrice rea di aver copiato, grazie a qualche fuga di notizie, l'idea base della serie che è uscita poco tempo dopo il film, ma non ho idea di come sia andata a finire. In breve: Vice è un mondo sintetico abitato da androidi chiamati "residenti" perfettamente somiglianti agli esseri umani dove ci si può sfogare contro di loro nei più turpi modi, tanto il giorno dopo vengono riparati e resettati. Tutto bene finché una delle "residenti" non sviluppa dei ricordi anomali perché lei, in realtà, ha qualcosa di diverso. Thomas Jane fa praticamente il sosia di Christopher Lambert interpretando il poliziotto che va contro le regole imposte dai superiori corrotti con il classico repertorio di cliché che abbiamo visto in tanti film. Il doppiaggio di tutti i personaggi è pessimo, come se fosse stato fatto da amici e parenti del direttore presi a caso, tranne che per Bruce Willis (almeno uno eh...) che ha lavorato un solo giorno sul set recitando tutte le sue scene e poi è fuggito a gambe levate dopo aver incassato l'assegno. Avevo già trovato un altro film pacco nonostante un cast promettente che era THE BRITS ARE COMING dove quelle luci sparate fortissime nelle scene notturne non promettevano niente di buono e mi avevano messo in guardia già dalle prime immagini. Difatti qui è la stessa cosa. E non mi si venga a dire che si lavora in condizioni difficili per il Covid e ancora grazie che le pellicole escono e gli addetti ai lavori e patapì e patapà... Il film è del 2015 e all'epoca tutto sto circo della pandemia non si sapeva manco cosa fosse. Perciò non ci sono scuse: è un film pezzente e basta... e Bruce se li cerca proprio...

8 commenti:

  1. Ma Bruce Wilis non aveva già fatto un film simile, "Il mondo dei replicanti", tutti i film quasi trash con gli androidi sono suoi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma quello almeno era abbastanza bello. Perlomeno a me era piaciuto. Qui siamo a livelli infimi

      Elimina
  2. Bruce ormai compare sulla locandina e in una scena per puzza, incassa l'assegno e poi sparisce, lo dico soffrendo perché è sempre stato uno dei miei favoriti, ma al momento non è più in grado di recitare in un film per intero :-/ Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si che sarebbe in grado, non ricordi come recitava bene lo spot della compagnia telefonica tutto da solo? "Non prende... non prende..." e pure in italiano recitava😂😂😂

      Elimina
  3. Pensavo a delle somiglianze ma non ad una fotocopia fatta male! 🤦🏼‍♀️
    Adesso voglio andare a vedere se hanno vinto la causa perchè ci sarebbe da ridere!

    RispondiElimina
  4. Anche io ho dovuto tristemente constatare che a volte perfino Bruce (ex Almighty) può sbagliare... sigh.

    RispondiElimina

LUCA (LA DISNEY CHE CI PIACE)

 Ecco che dopo  CRUDELIA uscita quasi timidamente nelle sale, la Disney - Pixar ritorna sui suoi passi e il nuovo Luca lo fa uscire solo su...