mercoledì 29 maggio 2019

BOSTON

Il primo album dei BOSTON, registrato così bene che sembra fatto ieri, e invece è di metà anni 70, è una di quelle cose che deve piacerti per forza anche se ascolti solo Raoul Casadei, e lo devi avere in casa, o almeno devi aver chiesto ai suoi tempi all'amico di riversartelo su una cassettina TDK. La band è americana e fa capo al polistrumentista Tom Scholz, ma principalmente chitarrista gibsoniano. Un primo album nel 1976, che ripeto brilla per l'incisione perfetta, con la voce di Brad Delp che raggiunge vette impossibili. Poi un secondo disco piacevole, ma terminato un po' frettolosamente a causa delle pressioni della casa discografica e poi il buio per quasi un decennio. Third Stage arriva a metà anni 80 e non aggiunge nulla di nuovo. Si aggiunge in seguito la scomparsa prematura di Brad, che Tom cercherà di sostituire (invano) durante i live con ben tre cantanti che si divideranno le parti. Nonostante ciò i Boston resteranno nel mito per More Than A Feeling, forse la ballad più utilizzata in film e serie tv, perché è assolutamente favolosa con quei suoni così perfetti (ma forse l'ho già detto?). Ce li ricorderemo sempre così.

12 commenti:

  1. Cavolo che album hai scelto!! È bellissimo, lo ho in doppio lp insieme al secondo album! Verissimo che la produzione è davvero magistrale ❤❤ veramente non c'è una canzone da poter saltare, si ascolta tutto d'un fiato! A me piace molto anche "third stage" 😊😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho i primi due album in vinile e ricomprati anche in cd. Third Stage non è niente male, ma non ha la forza dirompente dei primi due che, come hai detto tu, si ascoltano in una botta sola.

      Elimina
    2. Allora siamo d'accordo 😀👍...andando off-topic: ti piacciono i Journey?

      Elimina
  2. Si, anche se non ho nessun disco di quella band. Come apprezzo anche Rush e altre band del genere prog-rock e AOR. Tutti musicisti eccellenti e voci incredibili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rush 😍😍😍 me li sogno di vederli dal vivo!!!

      Elimina
    2. Nemmeno io ho mai visto dal vivo queste band. Però ho visto Pink Floyd, Genesis, Yes e Jethro Tull, e pure i Ramones che però stanno su un altro genere. Diciamo che posso ritenermi soddisfatto ☺

      Elimina
    3. I Jethro Tull li ho visti anch'io! Gran spettacolo 😊 Che fortuna hai beccato i Ramones! I Genesis sarei stato curioso di vederli all'epoca della formazione originale! Yes, massima stima e in special modo per Rick Wakeman:un grandissimo compositore! Ma il mio cuore è sempre con Keith Emerson 😍

      Elimina
    4. (parlando di geni delle tastiere 😉)

      Elimina
  3. Eh, no, Genesis che ho visto io erano già orfani di Gabriel e Hackett, come i Jethro gli originali erano solo Anderson e Barre. I Pink erano senza Waters (ma giuro che non se ne sentiva la mancanza grazie alla faraonica messinscena visuale/sonora), mentre gli Yes erano la formazione top, cioè Wakeman, Howe, Anderson, Squire e White.

    RispondiElimina
  4. Yes al completo!! 😍😍 Non immagini quanto mi sarebbe piaciuto poter vedere gli ELP...
    Io in ambito un pochino più hard rock ho visto gli Uriah Heep, suonano da dio !!

    RispondiElimina

GLOBAL CITIZEN LIVE: 24 ORE DI SPETTACOLO

 Parola d'ordine: d ifendere il pianeta! Arrivano i Supereroi Marvel o DC? Ma vaaaa, lo si può fare anche con la musica, ed è quello che...