domenica 8 settembre 2019

NON CI RESTA CHE IL CRIMINE


Massimiliano Bruno non è uno di quei registi che prendono premi, statuette e ammennicoli vari, però quando fa un film sa come farlo bene. Non ho visto tutta la sua produzione, ma finora solo Nessuno Mi Può Giudicare e Boris Il Film, e sono due pellicole che mi hanno divertito e che mi capita di riguardare quando vengono riproposte in tv. Anche questo Non Ci Resta Che Il Crimine, che finalmente ho potuto vedere, è una commedia divertente anche se molto fantasiosa (non si può dire di fantascienza). Citazioni anni 80, battute, ritmo, malavita organizzata, un pizzico di action e ottimi attori, specialmente un Edoardo Leo sorprendente nella parte del crudele capobanda (finora lo avevo associato solo ai suoi personaggi un po'impacciati tipo Smetto Quando Voglio). Ma anche Giallini, Gassmann e Tognazzi sono perfetti, come tutto il resto del cast. Favolosa la rapina in banca (che si vede anche nei trailers perciò nessuno spoiler) mascherati da Kiss e Rockets e la battuta "E mo' me rode... ho sempre preferito i Rockets"... Si parla anche di un seguito, come suggerito dalla scena finale. Vedremo anche quello.
E c'è anche questo signore qui (Fabio Ferri) che balla nel clip di Daniele Silvestri.


Nessun commento:

Posta un commento

SI VIVE UNA VOLTA SOLA... MA SOLA NEL SENSO DI "SOLA"?

 La "sola" è la fregatura che ti viene rifilata dal gaglioffo di turno con la chiara intenzione di turlupinarti. Al che, dopo aver...