martedì 14 gennaio 2020

STAR WARS - L' ASCESA DI SKYWALKER


Finalmente anch'io ho visto questo benedetto film e... bah...
Come film d'avventura non è niente male, se non fosse che sono stato abbagliato duemila volte dai lensflare che Giggìno adora mettere in ogni ripresa, ma dopo essermi gustato la serie The Mandalorian, ritrovarmi in mano questo polpettone in cui scopri legami di sangue che mai avresti immaginato e personaggi morti che tornano come se nulla fosse accaduto (no, non è Beautiful o Dallas, giuro), mi ha lasciato un po' perplesso.
Più che altro spero che l'idea della "nuova trilogia" si fermi qui e non si inventino altre cose improbabili per allungare il brodo. Ma visto come è andato bene The Mandalorian di cui ho parlato QUI e QUI, e che è della Disney come tutto il marchio Star Wars ormai, suppongo che si faranno due conti in tasca e che gli convenga puntare su quella serie, e anche altre aggiuntive se vogliono, tanto se vuoi sviluppare dei percorsi alternativi all'interno del mondo creato da Lucas, hai tutti gli spunti possibili e immaginabili senza rischiare di arrivare per forza al WTF di cui questo ultimo film è zeppo, ma non voglio spoilerare nulla nella remota ipotesi che qualcuno non lo abbia ancora visto.
E personalmente ho trovato anche un po' artefatte le famose scene in cui compare ancora Carrie Fisher che interagisce con Rey: era stato detto che era materiale girato prima della sua scomparsa, dal quale presumo sia stata estrapolata solo la sua figura e messa in controcampo con la partner nella scena, o viceversa, perché mi sembrava di rivedere in C'Era Una Volta A Hollywood la scena con Di Caprio al posto di Steve Mc Queen ne La Grande Fuga, in cui avevo notato qualche piccolissimo errore di allineamento degli sguardi che rivelava leggermente il trucco.

Ma sono un rompimaroni io... lo so...
Quindi, per concludere, per me bene, se lo prendi così come viene, ma non benissimo.
E continuo a trovare ridicola la voce effettata da testimone criptato che danno ad Adam Driver quando indossa quella inutile maschera che a Darth Vader serviva per respirare, invece a lui non serve a una cippa se non a confermarlo nel suo ruolo peggiore della sua, per ora breve, carriera.
Giuro che in tutti gli altri film che ho visto è strepitoso, tipo QUESTO e QUESTO.
Ma ormai aveva firmato il contratto e rescinderlo gli sarebbe costato troppo...
That's Hollywood babe...

6 commenti:

  1. Anche a me dispiace per Driver, bravissimo quando non viene costretto nel ruolo del "Frignetta".
    Film dimenticabile, un po' mi spiace per i fan della saga e un po' no, perché sta schifezzuola corretta in fieri se la sono voluta loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma poi, alla fine la prima trilogia sta benissimo in piedi da sola senza tanti sbrodolamenti inutili. Tutto il resto è noiaaaaaaaa, non ho detto gioiaaaaa, ma noia noia noiaaaaaaa

      Elimina
  2. Il mio arci nemico GIEI GIEI qui ha pestato una gran caccona, questo sta al vecchio GIEI GIEI come “Il cavaliere oscuro il ritorno” a Nolan, voglio vedere quale fan del regista fanatico di lens flare potrà difenderlo ancora. Disney sta diversificando il prodotto, ormai la serie principale è schiave delle bizze dei fantalebani, per fortuna “The Mandalorian” non ha il dovere di piacere a tutti, infatti piace ai vecchi appassionati di Guerre Stellari (perché una volta si chiamava così) come noi ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! NOI siamo i fans di Guerre Stellari, gli altri sono fans di Star Wars.😊

      Elimina
  3. Very good Job Bobby ������

    RispondiElimina

SCONTRI STELLARI OLTRE LA TERZA DIMENSIONE, VISTO E RECENSITO DA MADAME VERDURIN

 Oggi passo nuovamente la parola ad un'ospite d'eccezione,  MADAME VERDURIN  che, tramite un gioco da lei indetto sul suo blog, da c...