lunedì 15 aprile 2024

SPIDER-MAN NO WAY HOME: NIENTE PAURA... C'È IL MULTIVERSO

 Stranamente ho visto un film con un eroe Marvel che stava su Prime Video e non su Disney+, ed è Spider-Man No Way Home, ma la spiegazione è semplice perché è un prodotto Sony e non Fox l'ultimo più recente della saga con Tom Holland nei panni di Peter Parker.


Ma non solo, poiché, come per dare una spiegazione al fatto che Spidey nel corso degli anni ha cambiato faccia più volte, qui torna la faccenda del Multiverso ormai un Deus Ex Machina quando vuoi risolvere una situazione un po' complicata, e tema trattato anche nel SECONDO FILM ANIMATO con Miles Morales che mi ha lasciato lì in sospeso fino al prossimo episodio. 
Tutto nasce dal fatto che Peter ha dei problemi per il fatto che la sua identità è stata rivelata nel film precedente, per cui chiede a Dr. Strange se con i suoi poteri può rimettere a posto le cose come stavano prima. 
E qui il nostro mago del Multiverso si adopera per accontentare il ragazzo, senonchè lo stesso Peter combina un pasticcio che pregiudica la buona riuscita del l'incantesimo e dal Multiverso arrivano i vecchi nemici delle incarnazioni precedenti come Doc Ock, Goblin, Lizard e Sandman, ma pure gli altri Spiderman con le fattezze di Andrew Garfield e Tobey Maguire, quest'ultimo parecchio invecchiato, ma tanto con la maschera sul viso e la CGI nessuno se ne accorge.

A proposito, si racconta che nelle sale all'arrivo in scena di Tobey ci sia stata all'epoca un'ovazione del pubblico a conferma che Raimi almeno due ottimi film li aveva messi insieme. 
Insomma noi spettatori finiamo insieme ai protagonisti in una Sarabanda di eventi che nonostante le due ore e mezza reggono l'attenzione, con forse l'avvio del film solo un pochino lento. 
Adesso mi sorge un atroce dubbio: non sarà che anche per James Bond e le sue diverse incarnazioni, a qualcuno potrebbe venire in mente di buttare lì un Multiverso? 
Sai com'è... 

5 commenti:

  1. Risposte
    1. Dovesse mai prendere in mano la Disney anche quello, non sarebbe così improbabile

      Elimina
  2. Il multiverso del fanservice, anche troppo ;-) Cheers!

    RispondiElimina
  3. Sono sempre io, non so perchè al primo colpo non mi riconosce mai ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà qualche strascico del malinteso avuto in passato 😁😂😜

      Elimina

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

CINEMA, DISCOTECA E GIORNALISMO IN LUTTO

 Anche oggi purtroppo ci sono degli addii in campi e situazioni molto diverse, partendo, per esempio con Dabney Coleman, 92 anni e attore st...