mercoledì 5 febbraio 2020

FESTIVAL DI SANREMO 2020 - INIZIO

Parte finalmente questo Festival già pieno di polemiche ancora prima di cominciare.
Parte bene con un Fiorello che ribadisce la profonda amicizia che lo lega al conduttore Amadeus e prosegue anche meglio con i modi di fare accattivanti del padrone di casa, mai invadente, ma anzi con la capacità di mettere a proprio agio chiunque si trovi su quel palco, sia ospite o cantante in gara. L'unico neo è la lunghezza, perché 232 minuti di diretta televisiva, badaben al netto della pubblicità, sono veramente troppi.
È risaputo e dimostrato da ricerche scientifiche (?) che dopo un' ora e mezza di spettacolo, l'attenzione dello spettatore cala inevitabilmente a meno che non vi sia un qualcosa di eclatante in scena.
Ecco forse perché ad un certo punto arriva Achille Lauro con quella sua mise così sobria

che comincia a scatenare il popolo dei social network con critiche, risolini, battute, ma anche apprezzamenti perché è finalmente successo qualcosa di speciale.
E a me non può non tornare in mente il modo di presentarsi in scena che avevano due grandi del rock cioè Freddie e David.

Certo Achille non ha sicuramente lo spessore dei due sopracitati, ma lo spettacolo c'è stato ed è riuscito a far parlare di sé.
Tiziano Ferro si cimenta con canzoni storiche del festival e si prende qualche scivolone con Almeno Tu Nell'Universo non proprio nelle sue corde e infatti alla fine chiede scusa per l'esecuzione.
Rita Pavone probabilmente ha cantato una gran bella canzone piena di energia, ma il fonico era andato in bagno e la sua voce era sovrastata dalla musica che non faceva capire nemmeno una parola.
Nessun problema invece per AlBano (tranne l'ultimo gradino della scala) e Romina che presentano la loro nuova canzone con un perfetto playback malandrino, perché per Romina dal vivo servono dei compressori vocali che devono ancora inventare.
Su tutto però resta il fatto che è veramente troppo lungo per poterlo vedere fino alla fine.
E infatti a un certo punto ho detto buonanotte ai suonatori (dell'orchestra del Festival) e magari recupero su Raiplay, se mi dite che ne vale la pena.

6 commenti:

  1. Complimenti per il coraggio.
    Io non guardo Sanremo da anni ma adoro i blog che ne parlano e mi consegnano gli highlights più trash e meritevoli XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora qui trovi quello che cerchi😂 Achille Lauro su tutti!!!

      Elimina
  2. Anche io ho trovato tutto molto buono: Amadeus per nulla ingessato (anzi), Fiorello spalla non invadente, Tiziano grande ospite fisso (molto umano anche appunto nello sbaglio).
    Artisti con esibizioni che non fanno dormire (anche se poche canzoni sono per ora valide: Anastasio, Elodie, Le Vibrazioni).

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuta anche la Pavone, ma se sentivo anche le parole potevo dare un giudizio migliore😂😂😂

      Elimina
  3. Anch'io ho scritto un post su questa prima puntata di Sanremo. Concordo su tutto quello che hai scritto, Rita Pavone ha una bella canzone peccato per la musica troppo alta (anch'io non ho capito bene le parole! 😅). Promuovo anche la canzone di Alberto Urso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Urso l'ho trovato un po'troppo antico, e su un palco dove la Pavone rockeggia ci stava un po'male. Vengo a leggerti

      Elimina

ADDIO A NED BEATTY

 Ci lascia ad 83 anni Ned Beatty, attore visto in un sacco di film, ma che tuttavia forse non ha mai avuto la popolarità tale da rimanere im...