sabato 25 aprile 2020

IL 25 APRILE, UN INDEPENDENCE DAY CON BEPPE FIORELLO E GERARDINA TROVATO

Lo avevamo sperato che questo 25 aprile fosse un altro giorno della liberazione come gli americani avevano fatto con il film di Emmerich.
Eh ma questo non è un film, come cantava Gerardina Trovato,

che a dispetto del suo nome si è persa nei meandri del maniero della musica.
Questa è la realtà e per liberarci veramente dobbiamo prolungare la resistenza contro un nemico molto più subdolo di una nazione ostile.
Non preoccupatevi che un film su questa vicenda arriverà di sicuro, perlomeno un film tv mal recitato e sceneggiato non ce lo leva nessuno.
La Hollywood de noantri è già sicuramente all'opera a scrivere copioni e a pensare ai vari attori a cui affidare le parti (Beppe Fiorello che muore come in tutte le fiction che fa ci sta benissimo).
Battute ciniche a parte, auguro a tutti un buon 25 aprile, come sempre in casa, sul balcone, in giardino, ma comunque sempre rispettando le regole per scacciare l'invasione.
Eh... mica è sempre così facile vincere infettando con un virus un computer alieno, cioè la minchiata più grossa della storia del cinema, però a me quel film piace lo stesso😊.

10 commenti:

  1. Son veneto è da ieri pomeriggio Zaia ha allentato nella mia regione un po’ le restrizioni.
    Possiamo fare la corsetta , i bimbi possono accedere al parco, i bar , gelaterie e ristoranti possono far asporto :
    Puoi muoverti per fare certe cose anche fuori del comune di residenza.
    Rispettando il distanziamento e le precauzioni naturalmente.
    Son piccole cose ..ma diciamo che da ieri pomeriggio sto cominciando a sentire la festa della liberazione.
    Certo quella che han combattuto i nostri nonni era sicuramente più difficile e non paragonabile a quello che abbiano “sopportato “ noi sti due mesi ma credo che la mia generazione e quelle che non hanno vissuto quegli anni stiamo capendo adesso il vero senso della parola LIBERTÀ.

    Film: visto , ma come la maggior parte dei film one man show di Willis lo considero un po’ una cazzata.
    Una bella cazzata.

    Trovato : peccato che si sia persa , ma se cerchi nel web ha avuto seri problemi di salute.
    E adesso pare viva in povertà...e nessuno che le vuole produrre un disco.
    Forse la soluzione ai suoi problemi gliel’ha trovato la D’Urso..
    Mah?

    Io volevo chiederti na cosa visto come sei riuscito a risolvere facilmente il mio ricordo legato a Spazio 1999.
    Dal profilo si capisce che te ne intendi e non solo di Spazio , ma anche di film abbastanza datati.
    Ti posso scrivere una mail?
    Chiedertelo su un commento, mi sembra esagerato.
    Scusa se mi permetto e spero di non disturbare .
    Se puoi ok altrimenti amici come prima.
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Certamente la guerra è una cosa molto peggiore del Coronavirus.
    Contro di lui si combatte in altro modo, ma il suo essere subdolo è che non lo vedi.
    Ciò non toglie che la memoria del 25 aprile, specialmente per chi ha vissuto quegli eventi, ha un'importanza enorme per tutti.
    Per quanto riguarda la domanda, puoi farmela tranquillamente nei commenti, dato che suppongo tratti degli argomenti del blog.
    Anzi, le divagazioni nei commenti io le trovo comunque interessanti anche negli altri blog.

    RispondiElimina
  3. Supponi male penso..comunque ti spiego:
    Un blog di cinema che seguo ha una rubrica : aiutatemi a ricordare un titolo di un film.
    C’è un film ma può essere pure un episodio di una serie che cerca un professore di filosofia caro al titolare di quel blog, ma non son mai riusciti a trovarlo.
    Io ti copio il suo ricordo ..se te magari riesci a trovare un titolo a quella che lui chiama ossessione..potresti postarlo su quel blog o se vuoi lo dico io che hai trovato il titolo.
    Lo cercano dal 2016.

    Ecco il commento:

    carmine25 maggio 2016 18:32

    Storia di un'ossessione.
    E' un film americano forse anni '40. La storia di un bambino cieco allevato in un orfanotrofio. C'è una scena che mi colpì quando lo vidi da ragazzo in TV. C'è un morto su un feretro e la suora fa toccare al bambino il viso o le mani gelide del morto, un modo per fargli "vedere" la morte,. Il bambino ritrae subito la mano. Diventato adulto è testimone di un omicidio, ovviamente non oculare, però sente un profumo di donna e sulla base di questo profumo, che sembra appartenere alla sua donna mi pare si arriverà a scoprire l'assassino. Capisco che gli elementi sono pochi e non dev'essere nemmeno un noir molto famoso perchè di quel periodo quelli classici li conosco bene. Help me.

    Vale lo stesso discorso di prima. Se puoi ok altrimenti tranquillo .
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nonostante la mia passione cinematografica, che avrai notato è rivolta verso un genere un po' diverso, non sono riuscito a collegare la trama con qualche film già visto. Ma la prendo come una sfida stimolante e se trovo qualcosa te lo dico ben volentieri. Anzi, magari qualcuno che legge il commento può suggerire qualche titolo di film. Per me sono tutti benvenuti😊

      Elimina
    2. Ci ho lavorato un po'e forse l'ho preso🤔.
      Potrebbe essere 23 Passi Dal Delitto del 1956.
      Ti do il link

      https://www.filmtv.it/film/16640/23-passi-dal-delitto/

      Elimina
    3. No non è quello, l’avevo suggerito pure io a suo tempo ...ma il titolo non corrisponde ai ricordi di Carmine.
      Grazie mille .
      Probabilmente, ma non l’hanno mai confermato in questi anni potrebbe trattarsi di un episodio di serie come Ai confini della realtà.
      Ciao

      Elimina
    4. La serie originale di Ai Confini Della Realtà l'ho vista tutta (cofanetto dvd), ma non ricordo un episodio così. E se fosse tratto dalla serie Alfred Hitchcock Presenta...? Il tema trattato sarebbe consono al maestro. Ora sono ancora più curioso e non mollerò😊

      Elimina
    5. Grazie mille per l’impegno...potrebbe essere Alfred Hitchcock Presenta ma io veramente non saprei dove sbattere il muso.
      😀

      Elimina
  4. Secondo me la prima cosa che uscirà sarà qualche romanzo che parlerà del prima e del dopo, nel senso... delle cose che cambiano per la gente. Ossia le conseguenze di questa quarantena. E non sarebbe male, esplorarle^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh, qualcosa comunque ci sarà. Speriamo solo che venga fatta bene

      Elimina

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

MADONNA, BOWIE E I KISS... ARIA DI COMPLOTTO

 Correva l'anno 1974 ed era il 22 giugno, per una strana coincidenza era un sabato proprio come oggi, quando una  allora già peperina qu...