mercoledì 3 agosto 2022

COPS - UNA BANDA DI POLIZIOTTI: SI SORRIDE, MA NIENTE DI PIÙ

 Claudio Bisio e il regista Luca Miniero erano tornati a lavorare insieme dopo l'ottimo Benvenuti Al Sud (remake di una pellicola francese, come tante) e il purtroppo mediocre seguito, in questa serie del 2020 prodotta da Sky Cinema, adesso passata in chiaro su Tv8. 


Qui Claudio fa sempre il solito personaggio con la mimica che tiene anche sul palco di Zelig, interpretando un commissario quasi in pensione che viene mandato ad Apulia, un paesino dove non succede mai nulla di criminoso, al punto che la stazione di polizia è in procinto di essere chiusa. 
Qui fa conoscenza con la sua squadra di personaggi molto variegati, fra cui spicca Benny (Francesco Mandelli) che ha in testa solo i cops dei telefilm americani e parla e agisce come loro rotolando fuori dall'auto ogni volta come in una scena d'azione.

Questa caratterizzazione è divertente all'inizio, ma dopo la prima miniserie e la seconda entrambe di soli 2 episodi (sono comunque dei film tv di 90 minuti l'uno) diventa parecchio stucchevole. 
Fatto sta che per evitare la chiusura del commissariato, i nostri amici si inventano piccoli crimini per movimentare un paese fin troppo pacifico, ma con il risultato che si faranno prendere un po' troppo la mano e la situazione finirà fuori controllo. Nella prima serie, appunto, le idee vanno ancora bene e un pochino si sorride, mentre poco o niente aggiungono i due episodi della seconda

del 2021, più stiracchiata e forzata. 

2 commenti:

  1. Ho guardato con piacere Cops su tv8, recentemente, ma Mandelli proprio mi snerva.
    Non lo sopporto.
    Il resto del cast, invece, rende i film godibili. Perfetti come passatempo leggero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo su Mandelli 😊. Comunque meglio i primi due

      Elimina

JAMES BOND VS. BEATLES

 Il 5 ottobre del 1962, ovvero esattamente 60 anni fa, è stato un grande giorno nel Regno Unito, in quanto musica e cinema hanno visto la na...