mercoledì 20 marzo 2024

SPAZIO 1999 E GUERRE STELLARI HANNO QUALCOSA IN COMUNE

 Cultori della fantascienza e della fantasia (ma non solo) in lutto per l'addio a Michael Culver, 85 anni ed uno degli interpreti di SPAZIO 1999, in particolare era una delle guest star nell'episodio Il Pianeta Incantato,


quello del pianeta Piri dominato da una gynoide, cioè una splendida androide femmina sotto mentite spoglie che, oltre ad essere l'unico abitante del pianeta, soggiogava tutti quelli che vi mettevano piede, compreso il pilota Pete Irving da lui interpretato, facendo loro provare una sensazione di appagamento e felicità artificiale. 
A proposito, oggi casualmente è la Giornata Internazionale della Felicità istituita dall'ONU, cosa che detta in questo periodo così pregno di guerre sembra un vero e proprio ossimoro, ma tant'è. 
Comunque sul pianeta Piri stanno lì tutti beati e felici a fare niente, ma in realtà resi completamente apatici come dei vegetali e quindi destinati ad una morte certa, finché non ti arriva bello bello il comandante Koenig,

che rimane immune dal fascino della bella schiava del Grande Guardiano nonostante tutte le sue avances, e decide di "risvegliare" il suo intero equipaggio intontito dai poteri occulti del robot, riportando tutti alla realtà con un colpo di laser ben assestato. 
Episodio stampato nella mente di tutti i fans della serie proprio per quella scena in cui si vede il robot a terra con il volto aperto bruciato dal laser

tipo Yul Brynner ne Il Mondo Dei Robot, e attrice, Catherine Schell che lo interpretava, che tornerà nella seconda tremenda stagione passata in mano a quel danno ambulante di Fred Freiberger, dove sarà l'aliena mutaforma Maya adottata dal personale della base Alpha, una trovata del produttore buttata lì un po' per scimmiottare Spock che faceva parte dell'equipaggio dell'Enterprise in Star Trek, 

e che, a vederla oggi con quelle basette (seppure disegnate) qualcuno dice ironicamente che potrebbe essere la sorella di Wolverine. 
Il nostro Michael invece lo ritroveremo poi in L'Impero Colpisce Ancora nei panni militareschi dell'ufficiale Needa soffocato da Darth Vader "con la sola imposizione delle mani" per una mancanza in questa famosa scena in cui il nero Signore accetta, si, le scuse del capitano, ma a modo suo.

E purtroppo c'è un lutto anche nel calcio perché non ce l'ha fatta Joe Barone, 58 anni, direttore generale della Fiorentina ricoverato domenica dopo un malore.
Le sue condizioni erano da subito apparse molto gravi.

Goodbye Michael and Joe. 

2 commenti:

  1. Mi dispiace per Culver, sto guardando Space: 1999 proprio in questo periodo, tra l'altro. Ma quindi la seconda stagione è proprio da evitare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la prendi in ridere, allora la puoi vedere. Ti dico solo che Martin Landau stesso era stato più volte sul punto di andarsene perché non sopportava più le sceneggiature. Ma solo il contratto che aveva firmato lo ha convinto a restare.

      Elimina

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

DEL SENNO DI POI... SONO PIENI GLI ABISSI

 Risale ad un anno esatto fa quella tragedia sottomarina del Titan dove cinque persone hanno perso la vita sperando di andare ad esplorare i...