sabato 18 luglio 2020

LO STRANO CALCIO POST LOCKDOWN IN TV



Non essendo io un amante del calcio, tranne che per i mondiali dell'82 che ho festeggiato con i caroselli in piazza come tutti, ho sempre sostenuto più volte (e non me ne vogliano i veri tifosi) che sui campi da gioco si svolgano ormai delle vere e proprie messinscene con i calciatori che cadono a terra tipo stuntmen fingendo dolori atroci al fine di vedersi assegnare falli, calci di rigore, ricchi premi e cotillon.
Adesso con il nuovo calcio del dopoCovid, quell' impressione mi è ulteriormente amplificata da una trovata di Sky che trasmette le partite "doppiate" da un pubblico inesistente grazie allo Sky Virtual Audio che inserisce il vociare e l' esultare del classico pubblico di tifosi sugli spalti, mentre questi sono desolatamente deserti.
E i calciatori, preparati da un adeguato corso di recitazione che manco Giorgio Albertazzi, fanno la loro parte rivolgendosi esultanti al pubblico fantasma con le loro faccette e balletti.
La differenza tra tutto questo e un film è che qui è sempre buona la prima, ma tutto il resto è esattamente (e tristemente) identico.

4 commenti:

  1. Io, da amante del calcio, per fortuna questa "trovata" me la sono persa. E continuerò a perdermela.

    RispondiElimina
  2. Sono stata un'appassionata di calcio per un periodo e devo dirmi d'accordo con te: oggi il calcio italiano ha ben poco in comune con lo sport e molto di più con il mondo dello spettacolo. Può comunque piacere e intrattenere (le belle fidanzate sugli spalti, i balletti per i gol più originali, le ipotesi sul labiale degli insulti pronunciati in campo) ma della vera sfida sportiva non ha proprio niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una grande macchina per fare i soldi e infatti hanno cercato tutti gli escamotage possibili per farlo ripartire dopo il lockdown.

      Elimina

SCONTRI STELLARI OLTRE LA TERZA DIMENSIONE, VISTO E RECENSITO DA MADAME VERDURIN

 Oggi passo nuovamente la parola ad un'ospite d'eccezione,  MADAME VERDURIN  che, tramite un gioco da lei indetto sul suo blog, da c...