sabato 11 luglio 2020

SOCIETY - THE HORROR



Dato che ogni martedì imperversa Notte Horror, che ce ne cale se oggi è sabato? Per cui ecco un ottimo film del genere body-horror, nel senso che qui ci sono corpi che si modificano, che si fondono insieme, che ti lasciano anche perplesso e pure ti fan fare una risata a volte, ma in fin dei conti Brian Yuzna, che esordisce con questa pellicola, è fatto così e lo prendiamo per quello che è, cioè un pazzo furioso.

Talmente pazzo da mettere come protagonista un Billy Warlock che pare fare il sosia di Marty McFly per abbigliamento, atteggiamento e accessori (leggi fuoristrada), al punto che ho sempre pensato che Michael J.Fox fosse stata la prima scelta di Brian, ma non ho mai avuto la conferma di tale sospetto da nessuna parte.
Fatto sta che il film gira benissimo anche dopo diversi anni grazie al fatto che ogni trucco è reale sul set grazie solo a prosthetics e robe varie a cui Yuzna è particolarmente affezionato.
E più o meno come scrivevano i Queen a proposito dei sintetizzatori sui primi album... "And Nobody Played CGI".


8 commenti:

  1. Ci siamo già confrontati quindi già sai, uno dei migliori Horror di sempre, raffinato come un pezzo dei Motorhead e direttissimo allo stesso modo nella sua metafora, mi stai facendo venire voglia di rivederlo ;-) Cheers

    RispondiElimina
  2. Che bello!
    C’è l’ho in VHS figurati.
    Non lo riguardo da una vita avendo rotto il lettore e mai più sostituito.
    From Beyond di Stuart Gordon e questo Society sono dei must nei film della mia adolescenza.
    Cazzo.. difficilissimi da ritrovare in DVD tra l’altro

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. No, solo Society in un mercatino dell'usato, ma in condizioni perfette.

      Elimina
  4. Bella la tua idea di "sabato horror" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dopotutto va bene qualsiasi giorno per un buon horror fatto bene, no?

      Elimina

GLI STATUS QUO PERDONO IL LORO BASSISTA E FONDATORE

 Chi non conosce e chi non ha ballato quella canzone, forse la più salterella del mondo, cioè quella che porta il titolo di  WHATEVER YOU WA...