lunedì 6 luglio 2020

HULK & I SUOI FLOP



Non è il nome di una band tipo Elio E Le Storie Tese e nemmeno un gruppo rockabilly come Kim & The Cadillacs (uh... qui ci vuole presto un post dedicato).
Il fattore flop con Hulk è un dato di fatto.
Ogni film standalone sul gigante verde rabbioso è sempre stato un clamoroso fiasco.
Cosa che invece non era per niente accaduta alla serie tv con Bill Bixby e Lou Ferrigno, 


anzi, la ricordiamo tutti come un enorme successo televisivo a dispetto dei suoi effetti speciali decisamente alla buona; ma ad onor del vero lì le storie erano sviluppate con un altro spirito e in contesti molto diversi che si prendevano molta libertà dall' universo Marvel.

Con i film invece chissà perché qualcosa va sempre storto.
Forse perché, diciamocelo, non ci si identifica proprio facilmente in un omone verde, spaccatutto e con le braghe strappate, mentre (che so?) chiunque vorrebbe essere un fighissimo Tony Stark o uno strapalestrato Wolverine (anche se, a detta sua, gli artigli che escono dalle mani fanno ogni volta un male cane).


Mentre il pubblico femminile non resta certo indifferente a Thor e Capitan America.

Fatto sta che le uniche volte in cui Hulk ha funzionato è stato grazie al lavoro di squadra (QUELLA squadra) e grazie alla faccia di Mark Ruffalo, che però prima era stato scartato in favore di Ed Norton. Eric Bana non nominiamolo, poveretto, perché è finito nel peggiore di tutti. 

Alla fine arrivare per ultimo è stato un bene per Mark, cosi da non esser stato il protagonista dei due flop più clamorosi della Marvel, ed essere invece entrato nella squadra degli Avengers dalla porta laterale, si, ma almeno nel modo giusto.


10 commenti:

  1. Ho visto il film di Ang Lee è infatti non mi è piaciuto.
    Quello successivo sul gigante di Giada non l’ho visto ma pensavo fosse passabile.
    Neanche dentro gli Avengers come personaggio mi piace però forse è una questione di gusti.
    Hulk di Lou Ferrigno è contemporaneo alla Wonder Woman di Linda Carter , mitici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche gli effetti speciali di quella Wonder Woman erano casarecci, ma funzionava.

      Elimina
  2. I due film di Hulk non mi sono dispiaciuti...certo quello di Ang Lee era pure troppo "autoriale" mentre quello di Leterrier era più fracassone e spettacolare con Hulk vs Abominio, ma al boxoffice purtroppo non funzionò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io anche in versione fumetto non l'ho mai amato molto

      Elimina
  3. Posso dirti che a me il film di Ang Lee non è affatto dispiaciuto?
    Certo Hulk appariva fin troppo plasticoso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispetto le opinioni di tutti. Ovviamente non possiamo pensarla tutti allo stesso modo. Io con quel film ho avuto diversi abbiocchi...

      Elimina
  4. Io guardavo da piccolissima (così piccola che mi terrorizzava!) la serie con Lou Ferrigno! I due film pre-Avengers non mi sono piaciuti per niente, mentre trovo che, come dici tu, finalmente con gli Avengers e la faccia di Mark Ruffalo Hulk abbia funzionato. Ma la parte più divertente di Hulk è in Ragnarok :)

    RispondiElimina
  5. Hehehe io con Ragnarok ho un rapporto complicato perché non mi aspettavo che fosse quasi una parodia. E l'ho odiato davvero tanto. A mente fredda però ne convengo che ha lo spirito dei Guardiani Della Galassia, per cui lo rivaluto, dai.

    RispondiElimina
  6. A me Ragnarok piace molto, ma in effetti come dici tu è quasi una parodia del genere e può non piacere. Ho usato il pannello di controllo dell'astronave di Grandmaster per gli inviti al mio compleanno... Ma io non ho mai la mente fredda quando si parla del dio del tuono ;P

    RispondiElimina

GLI STATUS QUO PERDONO IL LORO BASSISTA E FONDATORE

 Chi non conosce e chi non ha ballato quella canzone, forse la più salterella del mondo, cioè quella che porta il titolo di  WHATEVER YOU WA...