domenica 25 aprile 2021

ADDIO ALLA PANTERA DI GORO

 E così, dopo un addio rockettaro a JIM STEINMAN pochi giorni fa, ed un benvenuto alle NUOVE LEVE del rock, mi ritrovo a salutare un altro personaggio della musica che però con il rock non ha mai avuto nulla a che vedere. Maria Ilva Biolcati, meglio conosciuta come Milva e detta anche La Pantera Di Goro, secondo un'usanza di parecchi anni fa per cui tipo Mina era La Tigre Di Cremona e Iva Zanicchi L'Aquila Di Ligonchio (per una certa fisicità prima della rinoplastica), ci ha lasciati ad 81 anni dopo una lunga malattia e dopo una altrettanto lunga carriera dedicata alla musica leggera, al musical (con Gino Bramieri) e al teatro (Strehler l'aveva eletta sua musa). La mia infanzia con Milva è legata ad un 45 giri piuttosto folkloristico e che possiedo tuttora dal titolo LA FILANDA

retaggio di un periodo in cui la nostra artista proponeva versioni italiane di brani folk provenienti da tutto il mondo e in questo caso l'originale era della portoghese Amalia Rodriguez. Passata anche per il tango di Astor Piazzolla, negli anni 80 non ti incontra Franco Battiato che le fa un restyling e le produce un ottimo album (anche in edizione francese) dal titolo Milva E Dintorni? LP che la rilancia nelle classifiche e che contiene la celeberrima ALEXANDERPLATZ
rifacimento di una canzone del 1978 di Alfredo Cohen dal titolo VALERY:
Franco realizza per lei un testo nuovo, ma sostanzialmente la canzone è musicalmente ancora molto vicina all'originale.
Quindi niente rock per Milva e poco cinema, al contrario dei suoi colleghi che invece erano sempre sui set dei "musicarelli", ma senza dubbio è stata un'artista che ha cavalcato lo spettacolo facendo quello che preferiva fare indirizzandosi verso le ribalte internazionali e ciò le ha dato moltissime soddisfazioni, a lei e anche a noi che l'abbiamo seguita.
 
Auf wiedersehen, Milva.

4 commenti:

  1. Grande artista ...aspettavo il tuo post su di lei.
    Giudizio molto competente ( di uno che conosce la musica) ecco perché preferisco lasciare un commento da te.
    Sai di chi parli.
    Riposi in pace , mi mancherà.
    Bellissima la foto come lo era lei.
    Addio Rossa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto dell' apprezzamento. Forse mi sopravvaluti😀

      Elimina
  2. Anni fa riuscii a farmi prestare una videocassetta con la sua esibizione nell'Opera da Tre Soldi di Brecht: che spettacolo! Davvero un grande talento che non aveva bisogno di mettersi in mostra con ogni mezzuccio per brillare. Grazie per il tuo competente e sentito ricordo!

    RispondiElimina

LUCA (LA DISNEY CHE CI PIACE)

 Ecco che dopo  CRUDELIA uscita quasi timidamente nelle sale, la Disney - Pixar ritorna sui suoi passi e il nuovo Luca lo fa uscire solo su...