lunedì 12 luglio 2021

GRAZIE AZZURRI. MA PROPRIO TUTTI TUTTI

 Non male quest'anno di competizioni per l'Italia che sembra dimenticare per un po' l'incubo Covid 19 grazie ad una serie di successi, primo fra tutti la combattuta vittoria della Nazionale di Mancini alla finale degli Europei 2020 (anche se si svolgono nel 2021) conclusasi ieri sera ai rigori nello stadio di Wembley (come fosse uno storico concerto dei Queen).


E i festeggiamenti nelle piazze stanotte hanno appunto messo da parte tutte le precauzioni a cui eravamo abituati, perché tanto per una volta non succede niente... Dicono... Speriamo, però era già capitato lo stesso con la semifinale, vabbè. Anche perché la Delta, che non è la macchina che ho avuto negli anni 80, ma la pericolosa variante del virus, pare allargarsi in maniera preoccupante. Anche Matteo Berrettini ha fatto la sua parte nel pomeriggio portandoci in finale al torneo di Wimbledon contro il numero 1 al mondo Novak Djokovic, non vincendo, ma tuttavia resistendo 3 ore e mezza... E non è un piccolo particolare... Direbbe la Giusi Ferreri. 
E poi non dimentichiamo i Maneskin vincitori all'EUROVISION SONG CONTEST e nei primi posti di tutte le classifiche a portare in giro per il mondo la musica italiana che una volta invece aveva come rappresentanti Toto Cutugno, i Ricchi & Poveri e Al Bano & Romina, tant'è che poi nascevano le leggende che gli Abba e Michael Jackson ci copiavano 😂😂😂. Un sentito grazie va anche ai Pinguini Tattici Nucleari per aver più che sportivamente "suggerito", senza chiedere i diritti d'autore, il tema musicale a Martin Garrix, che con tale input ha realizzato l'INNO degli Europei con gli U2 🙄🤔😬😜. 
Scherzi a parte, grave nota di biasimo invece per la nazionale inglese di cui quasi ogni giocatore immediatamente dopo aver ricevuta la medaglia del secondo posto se la toglieva con disprezzo davanti alle telecamere, non so con precisione se buttandola a terra o meno perché poi uscivano dall'inquadratura, ma già di per sé levarsela è stato un pessimo spettacolo.



Un brutto esempio di non-sportività criticato pure dai loro stessi tifosi, che pure avevano le loro colpe perché prima della partita avevano fischiato il nostro inno nazionale e calpestato alcune bandiere tricolore. 
E così com'è come non è, siamo pure tornati a cantare quella famosa canzone di ITALIA 90.

6 commenti:

  1. Io fatto festeggiamento "automobilistico"..in giro con mia moglie a strombazzare in giro :D Festeggiamento a prova di Covid!

    RispondiElimina
  2. Isolati in macchina allora siete stati alle regole. Bravi😁

    RispondiElimina
  3. Mi è dispiaciuto molto per il comportamento degli inglesi, come dici tu, molto poco sportivo e corretto; oltretutto in questa occasione la partita era stata piuttosto corretta e pulita, senza gaffe arbitrali, quindi non c'è proprio nulla da recriminare. Sarebbero usciti a testa alta, e invece... Io ho festeggiato a casa, in silenzio perchè ero l'unica sveglia, ma come te temo le conseguenze della festa di piazza... dita incrociate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che vuoi farci... Pensare che adoro la città di Londra, i film e le serie TV ambientate nel regno unito, la musica che viene da lì, ma certi son proprio idioti e basta.

      Elimina
  4. Che goduria! Peccato che in fatto di contagi, credo che questi festeggiamenti un po' ce la faranno pagare... (noi ci siamo limitati al giro in macchina!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A giudicare dai dati pare che gli indici siano in preoccupante salita...

      Elimina

GLOBAL CITIZEN LIVE: 24 ORE DI SPETTACOLO

 Parola d'ordine: d ifendere il pianeta! Arrivano i Supereroi Marvel o DC? Ma vaaaa, lo si può fare anche con la musica, ed è quello che...