martedì 14 luglio 2020

LA MOSCA



Da un po' di giorni son finito nel tunnel del body-horror e stavolta chiamo in causa un maestro come David Cronenberg, che sul tema ne sa, oh se ne sa.
Il suo remake de La Mosca è un tripudio di mutazioni, roba che cola, che appicicca, tutta addosso a Jeff Goldblum che non si scambia solo la testa con l'insetto come nel film originale; qui la mutazione avviene tramite una fusione del DNA e nel modo più allucinante che uno possa immaginare.
Anche a distanza di anni quelle scene restano meravigliosamente reali a parte solo qualche momento mascherone, ma a David glielo perdono volentieri.
E poi c'è una Geena Davis al suo meglio in tema di bellezza che contrasta perfettamente l'orrore che si mostra sullo schermo e incarna benissimo la damsel in distress quando la vediamo rinchiusa dentro alla capsula del teletrasporto.
Il seguito, La Mosca 2 con Eric Stoltz, che prendeva copioni un po' a caso dopo essere stato estromesso da Ritorno Al Futuro, e Daphne Zuniga, la Principessa Vespa di Balle Spaziali, invece è un pastrocchio che è meglio evitare...


13 commenti:

  1. Uno dei film che mi aveva messo più ansia in assoluto, da ragazzina, non lo riguardo da anni ma ogni tanto mi riprende la voglia *__*

    RispondiElimina
  2. Sai che a me La mosca 2 non mi dispiace? Ribalta completamente il concetto del primo film e non sai più chi sia il cattivo e chi sia il buono..e poi ha un finale veramente da brividi!

    RispondiElimina
  3. A suo tempo l'avevo visto (strano, perchè non ho mai retto Jeff Goldblum XD), ma ti confesso che non ricordo se mi era piaciuto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbe essere un'occasione per rivederlo allora.
      Per me Jeff era perfetto nel ruolo.
      Non saprei immaginare qualcun altro al suo posto nel film.

      Elimina
  4. Ti sei messo in testa di trattare tutti i miei film del cuore?!? Bravo, non smettere ;-) "La Mosca" poi non è un solo film, ma un viaggio nella capsula di teletrasporto del professor Cronenberg, che prima ti smonta in un miliardo di particelle e poi ti ricompone, però un po' diverso da prima, non mi stancherò mai di vedere e rivedere questo capolavoro anche se ogni volta soffro con la Brundlemosca. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Casualmente mi son buttato su questo filone di un periodo che frequentavo moltissimo le sale cinematografiche almeno una volta alla settimana. Ben lieto di fare cosa gradita😊

      Elimina
  5. Buon pomeriggio come stai? Sono brasiliano, di Rio de Janeiro e cerco nuovi follower per il mio blog. E seguirò il tuo con piacere. Anche i nuovi amici sono i benvenuti, indipendentemente dalla distanza.

    https://viagenspelobrasilerio.blogspot.com/?m=1

    RispondiElimina
  6. Altro film da riguardare, ricordo che all’epoca non mi piaceva più di tanto.
    Mi aspetto le prossime volte Re-animator su ste pagine..se continui di sto passo.
    Comunque Goldblum l’ho apprezzato anche in altre prove cinematografiche più recenti come Adam resurrected o l’ultimo The mountain forse non ancora distribuito in Italia.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo io Jeff l'ho visto recentemente anche in quel deludente Hotel Artemis. Ma lui non ha colpa.
      So che fa anche una cosa su Disney+, ma non ho ancora avuto modo di vederla.

      Elimina
  7. Ho visto La Mosca molti anni fa ma me lo ricordo come fosse ieri perché mi ha impressionato tantissimo, a livello visivo ed emotivo, una vera rivelazione! E mi piace tanto Jeff Goldblum, anche: se puoi, recupera almeno una puntata del suo Il Mondo secondo Jeff Goldblum su Disney Plus, è davvero simpatico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti nella risposta precedente parlavo proprio di quello. Se dici che è carino ci darò un occhiata😊

      Elimina

LEGS WEAVER, UN AMORE DI GIOVENTÙ

 Ogni tanto mi può capitare anche di parlare di fumetti, vista la stretta correlazione che ormai il cinema ha con tali prodotti. E in questo...