lunedì 5 ottobre 2020

ENOLA HOLMES, LA SORELLA PIÙ FURBA (E PIÙ CARINA) DI SHERLOCK

 Grazie a Gene Wilder eravamo a conoscenza dell' esistenza del Fratello Più Furbo Di Sherlock Holmes, film del 1975 diretto da Wilder subito dopo il grande successo di FRANKENSTEIN JUNIOR, portandosi dietro alcuni colleghi del cast. Ma della sorella minore Enola ero totalmente all' oscuro anche se il soggetto parte da una serie di romanzi dedicati a lei.


A riempire questa lacuna ci hanno pensato Netflix e Millie Bobby Brown, la Undici di Stranger Things, che oltre ad interpretare la protagonista produce pure il film con i soldini guadagnati dalla serie tv, per cui può permettersi di fare un po'quello che le pare in scena, tipo parlare con il pubblico

e cambiarsi d' abito tipo una ventina di volte nelle due ore della pellicola.



Ma almeno il risultato è un film frizzante e divertente caratterizzato da splendidi costumi vittoriani con relativi corsetti con le stecche di balena (che avranno un ruolo fondamentale nella sopravvivenza di Enola) e rivolto ad un pubblico adolescenziale dell' età di Millie, ma che si fa gustare un po' da tutti, anche per una simpatica citazione di Per Un Pugno Di Dollari (o Ritorno Al Futuro III, vedete voi, dipende dall' età). Henry "Superman" Cavill interpreta Sherlock senza rubare la scena,

come anche Helena Bonham Carter che si ritaglia la sua parte di mamma un po' particolare. E si sta già parlando di un sequel che se mantiene le premesse/promesse di questo potrebbe essere interessante. Anche perché la Millie ha una certa somiglianza con una giovane Carrie Fisher, che non posso certo dimenticare...

10 commenti:

  1. FIlm abbastanza divertente, diciamo che apprezzeranno soprattutto i coetanei di Millie...i film di Guy Ritchie e le recenti serie tv erano altra cosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh i film di Ritchie erano belli, si, ma il secondo mi è piaciuto davvero poco, al punto che questo mi è sembrato pure migliore.

      Elimina
  2. Questa serie la voglio guardare, se non altro per Millie Bobby Brown che mi piace molto.

    RispondiElimina
  3. Non è una serie, ma un film fatto e finito. Tuttavia pare stiano già pensando a ben cinque sequel. Se non cambiano il mood come in Animali Fantastici che nel secondo film è diventato cupo e noioso, per me sono benvenuti😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah scusa, ormai vado vado col il pilota automatico quando si tratta di Netflix, per me sono tutte serie XD

      Elimina
    2. Diciamo che lo diventerà una serie, ma di film😀

      Elimina
  4. Me ne ha parlato ieri mio fratello, dicendo che l'opera è davvero godibile, come hai detto tu, a patto che già sai essere un qualcosa di femminista.
    Cavolo, che cast, oltre a Millie non sapevo ci fossero anche Cavill e la Carter.
    Da vedere!!^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, loro due in effetti appaiono molto meno di Millie che invece è in scena quasi sempre. Te lo consiglio anch'io.

      Elimina
  5. Sembra divertente! A me i libri di Doyle non piacciono, ma ho amato sia i film di Ritchie (meglio il primo, hai ragione) che lo Sherlock di Cumberbatch e Freeman. Qui c'è Henry Cavill, dai, bisogna dargli una possibilità! Grazie per l'idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego Madame. Si è molto divertente, ma tutt'altra cosa rispetto ai film e serie su Sherlock😀

      Elimina

LEGS WEAVER, UN AMORE DI GIOVENTÙ

 Ogni tanto mi può capitare anche di parlare di fumetti, vista la stretta correlazione che ormai il cinema ha con tali prodotti. E in questo...