lunedì 31 gennaio 2022

ANCORA PIÙ BELLO: COME RITORNO AL FUTURO... O MATRIX?

 A sorpresa mi era piaciuto molto quel film, visto su Prime Video, dal titolo SUL PIÙ BELLO, e ne avevo parlato nel blog per le tante analogie con altre pellicole che mi portava alla mente.


Così mi sono approcciato al secondo capitolo che ha traslocato su Netflix (la malandrina, e vedremo il perché...) ed ero davvero pieno di belle speranze che, purtroppo, sono state disattese dopo poche battute pronunciate così male e con poca convinzione che pareva di vedere un corto amatoriale come ce ne sono tanti su YouTube, pure fatti meglio, se non una mediocre fiction televisiva. 
E infatti... sono andato ad informarmi ed ho scoperto che il cast, si, era lo stesso, ma la regia era cambiata e da Alice Filippi, che era al suo primo film da regista dopo essere stata assistente di Carlo Verdone in diverse pellicole assimilando un certo modo di fare cinema (perché Carlo ha fatto anche film belli e non solo cose brutte come SI VIVE UNA VOLTA SOLA), era finita in mano a Claudio Norza, anche lui alla sua prima esperienza cinematografica e finora regista di fiction televisive che probabilmente lavora col metodo rapido del "buona la prima" ed il risultato, come con i tamponi rapidi che non sono del tutto affidabili, purtroppo, si vede. 
Sarà stata anche la mancanza della musichetta con la fisarmonica (che faceva tanto Amelie) del precedente capitolo per cui l'atmosfera era del tutto diversa, ma, per dire, mi è sembrato addirittura che il momento recitato meglio sia stato il breve cameo di Loredana Bertè, pensa un po'... 
La Netflix malandrina di cui sopra, ha inoltre avuto l'idea di spezzare la storia in due film come usa fare con i blocchi delle serie tv, così adesso mi toccherà sorbirmi un'altro film recitato male che esce oggi 31 gennaio e che si chiama Sempre Più Bello, perché mi è rimasta la curiosità su quel "To Be Continued" che appare alla fine. 
Si, lo so che la stessa cosa l'aveva fatta Zemeckis con Doc Brown e Marty McFly, però, non so per quale motivo, il risultato in quel caso era stato un pochino diverso. 
Anzi, qui forse siamo più vicini a come sono andate le cose 20 anni dopo con i due seguiti di Matrix (pure quelli realizzati con la stessa modalità) di cui, chissà perché, nessuno ne parla bene... 

Nessun commento:

Posta un commento

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

DOCTOR WHO: SEMPRE AVANTI NEL FUTURO E INDIETRO NEL PASSATO

 La nuova rigenerazione di Doctor Who (perché se siete dei whovians non si parla di semplice serie, ma appunto rigenerazione) mi ha conferma...