lunedì 3 gennaio 2022

NATALE A 8 BIT: CARINO MA...

 Ancora film natalizi fino all'epifania che tanto poi se li porta tutti via... Qui c'è Neil Patrick Harris che è un papà con una giovane figlia che per Natale vorrebbe tanto uno smartphone, ma lui non glielo vuole comprare.


Che vabbè, nel 2021/22 è ormai una cosa ben poco credibile, ma prendiamola così, che sennò non poteva esserci tutta la storia che le racconta lui di come nel 1988 si è sudato la sua consolle Nintendo. 
Storia divertente perché, essendo raccontata, viene trasposta in immagini con delle evidenti assurdità esagerate tipiche delle commedie americane di questo tipo. 
Ok l'effetto nostalgia c'è e ci si diverte, si, però almeno tre dei ragazzini sono stati doppiati in italiano leggendo palesemente il testo e non so se siano state coinvolte delle guest star italiane a recitare male come spesso succede. 
Praticamente il mood è quello della serie di Diario Di Una Schiappa, i film tratti dai libri a fumetti di Jeff Kinney, con la differenza che qui il narratore è il piccolo protagonista, ma ormai cresciuto e con figlia a carico, ed è diventato identico a Neil Patrick Harris, cioè Barney di How I Met Your Mother, di cui sta arrivando un reboot al femminile dal titolo How I Met Your Father, mentre suo padre nel 1988 è interpretato da Steve Zahn che, per fortuna, ha la voce italiana di quel gran genio di Christian Iansante, e su di lui non si può dire altro che bene (così per curiosità guardatevi i suoi lavori su IL MONDO DEI DOPPIATORI e lo troverete ovunque quando c'è da far parlare in italiano un personaggio sopra le righe). 
Tutto sommato un buon film di Natale con musica anni 80, tipo questa OBSESSION degli Animotion, 
dalle caratteristiche tastiere "pestate", film un po' diverso dalle COSE SDOLCINATE che i canali tradizionali sfornano a getto continuo sotto le feste. 

7 commenti:

  1. Oddio, non ho notato questa cosa dei doppiatori... XD
    Sarà che lo hanno dovuto doppiare in tempo per le Feste :P

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Guarderò questo film proprio domani a casa di un amico che me l'ha fortemente raccomandato.
    Dici che faccio meglio ad inventarmi un mal di testa?
    Ahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, il film è molto carino. Vedrai che ti piace. La questione doppiaggio magari è puramente soggettiva. Cioè sono io che lho sentito così 😁. Magari poi dopo la visione fammi sapere 😜

      Elimina
  3. Marò cosa sei andato a pescare, gli Animotion! Questa proprio non me la ricordavo più, mi hai fatto scattare un pazzesco ricordo!
    Certo che Iansante ha doppiato mezzo mondo.
    Il film, manco da dire, non l'ho visto. Forse tra vent'anni, io sono sempre molto retro.

    RispondiElimina

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

DOCTOR WHO: SEMPRE AVANTI NEL FUTURO E INDIETRO NEL PASSATO

 La nuova rigenerazione di Doctor Who (perché se siete dei whovians non si parla di semplice serie, ma appunto rigenerazione) mi ha conferma...