mercoledì 23 marzo 2022

100 ANNI DI UGO

 100 anni per Ugo Tognazzi sono una bella età, che comunque se la porta bene, dato che la sua immagine è per l'eternità fissata nelle pellicole che ha interpretato, per cui per noi è un po' come se non se ne fosse mai andato, ma piuttosto ritirato a godersi una meritata pensione, chesso?, su una galassia lontana lontana.


Anche su queste pagine Tognazzi l'ho nominato alcune volte, sia lui che i suoi film, tipo in occasione di un ANNIVERSARIO di Lucio Dalla e parlando di BARBARELLA con Jane Fonda. 
Quell' Ugo che, a causa di una gag sull'allora presidente della repubblica Giovanni Gronchi durante un programma sulla Rai con il suo partner Raimondo Vianello, venne bandito dalle trasmissioni. 
Poco male, perché così si è dedicato interamente al cinema dove debuttó nel lontano 1950 producendo una mole enorme di lavori che vanno dalla commedia al drammatico. 
Dato che la presa diretta del suono non era sempre così perfetta, o in altri casi se il prodotto era destinato anche al mercato internazionale si recitava in inglese, i film venivano ridoppiati quasi sempre dagli stessi attori, tranne che nei numerosi casi di una bella presenza, non supportata da una voce adeguata (attrici italiane che parlano con la voce di Rita Savagnone, per dire, ce ne sono un sacco), ma nel caso di Ugo il problema non si poneva, per cui si è sempre autoridoppiato, tranne che nel film del 1955 La Moglie È Uguale Per Tutti dove aveva la voce di Carletto Romano. 
Ho cercato lumi in proposito, ma non ho trovato spiegazioni a riguardo. 
Anzi se qualcuno sapesse il motivo di tale scelta gliene sarei eternamente grato. 
Concludo il post dedicato ai 100 anni di Tognazzi con (prevedibile, lo so, ma lo adoro) una serie di estratti da quel cult che è AMICI MIEI.

4 commenti:

  1. Grandissimo attore, ha interpretato ruoli adorabili (in coppia con Vianello o in Straziami ma di baci saziami), ruoli sgradevoli (La Donna Scimmia) e ruoli ambigui (lo stesso Conte Mascetti) con disinvoltura perchè era proprio un grande attore. Amici Miei I e II cult assoluto anche per me, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego Madame. Ne deduco che pure tu eri rimasta delusa dal terzo triste episodio degli amici scherzosi.

      Elimina
  2. E' proprio così: il terzo episodio non è divertente come gli altri, anzi l'ho trovato davvero malinconico e gli scherzi piuttosto di cattivo gusto. Preferisco rivedere (ancora) i primi due :)

    RispondiElimina

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

DEL SENNO DI POI... SONO PIENI GLI ABISSI

 Risale ad un anno esatto fa quella tragedia sottomarina del Titan dove cinque persone hanno perso la vita sperando di andare ad esplorare i...