giovedì 11 novembre 2021

MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI, OVVERO: LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE COME LE BRACCINE DEI T-REX (CHE INFATTI NON HANNO OFFERTO MAI NEMMENO UN CAFFÈ...)

 Tratto dal romanzo autobiografico di Giacomo Mazzariol, il film è una commedia teen con gli adulti Alessandro Gassman e Isabella Ragonese con l'aggiunta di Rossy DePalma, la Musa ispiratrice di Almodovar, che interpreta la zia parrucchiera con la passione del canto e che si veste come una rockstar anni 70 dando anche consigli di look al nipote.


Ma nonostante gli adulti, che hanno solo loro il nome in evidenza nella locandina per acchiappare meglio, il film è tutto in mano ai ragazzi e uno di loro, Jack il protagonista, si ritrova ad avere un fratello minore affetto dalla sindrome di Down e a provare vergogna a farlo sapere ai compagni di scuola, ai colleghi della band in cui suona la batteria e sopratutto ad Arianna, la ragazza con la quale nasce presto una certa intesa. 
Quindi a causa di questa sua vergogna si inventa un mare di balle che poi però cominciano ad essere difficili da gestire e la verità viene a galla facendogli fare una figura ancora più di palta di quello che credeva lui. 
Alla fine però si risolve prevedibilmente tutto nel migliore dei modi e nemmeno senza troppe sorprese, nel senso che si riesce a prevedere praticamente il seguito di ogni scena. 
Magari non è nemmeno un male se poi il romanzo era così (non l'ho letto e quindi onestamente non so se la sceneggiatura è partita con voli di fantasia). 
Di buono c'è che il film non annoia e tratta il tema dell' handicap senza cadere nel patetico, anche se, bisogna dirla tutta, non è quello il tema portante del film. 
Anzi, i ragazzi che interpretano Giovanni (detto Giò) nelle diverse età riescono ad essere divertenti e sono persino più bravi di certi attori blasonati che passeggiano sui red carpet e ti chiedi perché. 
In più, come usanza ormai quando si raccontano storie vere, sui titoli di coda si vedono anche i veri protagonisti della vicenda, e mi è pure capitato di vedere il vero Giovanni Mazzariol (detto Giò) apparso recentemente a I Soliti Ignoti in divisa da cameriere in quanto sta studiando alla scuola alberghiera. 
Disponibile su Raiplay. 

2 commenti:

  1. Visto anche io qualche tempo fa, un film onesto e simpatico, che tratta un tema forte con garbo e normalità :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, io invece visto sulla comoda Raiplay che tante soddisfazioni mi sta regalando.

      Elimina

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

NELSON MANDELA E INCEPTION

 Esattamente 60 anni fa, cioè il 12 giugno del 1964, Nelson Mandela, attivista anti apartheid e premio nobel per la pace, nonché presidente ...