sabato 7 maggio 2022

THE ANALOGUES, OVVERO QUELLO CHE MANCAVA AI BEATLES: SGT. PEPPER DAL VIVO

 Fino all' ultima esibizione live sul tetto della casa discografica, documentata da Peter Jackson in quella sua MAXI-MINISERIE, i Beatles non avevano mai più eseguito dal vivo i loro dischi per tutta una serie di motivazioni, una delle quali era anche dovuta ai complicati arrangiamenti orchestrali che piano piano avevano sovrastato le semplici melodie dei primi album, e forse uno dei più difficili dischi da eseguire dal vivo sarebbe stato SGT. PEPPER'S LONELY HEARTS CLUB BAND

Ma non sia mai che, fra i molti fans della band inglese, non ci sia qualcuno che decida di cimentarsi in tale impresa, come, per esempio, durante le mie ricerche di cover band su YouTube, ho incontrato THE ANALOGUES, gruppo di musicisti olandesi che dal nome dovrebbe già far capire l'intenzione di portare il sound originale, cioè analogico, su un palco insieme a tutti gli strumenti che hanno suonato nel disco capolavoro dei Beatles, come arpa, archi, ottoni, sitar ecc, senza andare sulla copia anche visiva dei 4, tipo COSÌ,
anche perché fisicamente proprio siamo su un altro pianeta e comunque i Beatles in quel periodo erano ormai molto lontani dall'immagine con giacchetta e frangetta ideata per loro da PIERRE CARDIN (solo gli abiti avevano la firma di Pierre eh...). 
Il tutto parte dal bassista, Bart Van Poppel, il membro più anziano della band insieme al batterista Fred Gehring, ex CEO di Tommy Hilfiger (uno con un discreto portafoglio diciamo), che riuniscono intorno a loro una quantità enorme di ottimi musicisti per portare a termine quest' impresa con l'intento di dimostrare che suonare dal vivo quei dischi è possibile, avendone i mezzi per farlo, ovviamente. 
Un'impresa sicuramente titanica e ardita che però porta ad un risultato più che soddisfacente e persino le voci armonizzate paiono quelle dei 4 di Liverpool, un pochino meno se prese singolarmente, ma ciò non rovina l'illusione e il piacere di avere dal vivo un disco integrale che i Beatles non hanno mai portato su un palco, perché i suoni degli strumenti sono proprio quelli che senti sul disco, ed il tutto è sicuramente meglio di QUEL FILM con i Bee Gees e Peter Frampton a fingere di essere la Banda Dei Cuori Solitari Del Sergente Pepe. 
Il finale del concerto concede due bis extra Pepper, cioè A Hard Day's Night, con l'esatto accordo impossibile ad aprire il pezzo, e Hey Jude con il pubblico intero a cantare con la band che tanto fare "naa na na nanananaaa" è la cosa più facile del mondo. 
Nei progetti dei musicisti già portati in tour live sono passati MAGICAL MYSTERY TOUR
e The Beatles, cioè il doppio conosciuto universalmente come il WHITE ALBUM,
e proseguiranno ancora con altri album che i Beatles hanno soltanto inciso in sala e mai suonati dal vivo. 
Direi che siamo già a buon punto. 

2 commenti:

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

CINEMA, DISCOTECA E GIORNALISMO IN LUTTO

 Anche oggi purtroppo ci sono degli addii in campi e situazioni molto diverse, partendo, per esempio con Dabney Coleman, 92 anni e attore st...