martedì 20 settembre 2022

DOLLHOUSE: OVVERO "LA CASA DEI DESIDERI" PER IL PUBBLICO ITALIANO

 Persone denominate Dolls (ma anche Attivi) che lavorano per un'organizzazione che cancella loro la personalità e ne impianta una nuova a seconda delle esigenze, belliche, erotiche o quant'altro.


Ecco il plot di Dollhouse, serie di fantascienza del 2009 ora su Disney+, ideata da Joss Whedon (si quello là famoso) con protagonista Eliza Dushku, che si è fermata dopo un paio di stagioni quando veniva trasmessa sul canale Fox,

ma quelle stagioni che contavano ancora tanti episodi a botta, perciò non si può fare il confronto con gli 8 episodi standard voluti (o imposti) dalle piattaforme streaming al giorno d'oggi. Sono 26 quindi gli episodi più uno mai trasmesso negli U.S.A. (in Italia invece si, su Cielo dove la serie si presentava con il titolo La Casa Dei Desideri) presente nei cofanetti per l'home video, cioè un prodotto abbastanza sostanzioso.

Forse anche un po' troppo fantasioso con Eliza che, di volta in volta, diventa personaggi diversi, ma, al contrario dei suoi colleghi Dolls, mantiene nella sua memoria delle briciole di ricordi di chi fosse prima, con un agente federale che la tampina sospettando la sua vera identità, ma ad un certo punto l'interesse è scemato e la dura legge del gol... ehm... del network ha deciso che lo show non interessava più agli sponsor per cui non ha più rinnovato la serie.

Si, forse in alcuni casi eravamo in presenza di un vero e proprio fanservice che manco negli anime hentai... ma ci poteva stare. 

Nessun commento:

Posta un commento

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

MADONNA, BOWIE E I KISS... ARIA DI COMPLOTTO

 Correva l'anno 1974 ed era il 22 giugno, per una strana coincidenza era un sabato proprio come oggi, quando una  allora già peperina qu...