mercoledì 7 settembre 2022

JAY & SILENT BOB: UNA VOLTA TI PUÒ ANDARE BENE

 Sarò di bocca buona, ma il film di Kevin Smith del 2001, cioè Fermate Hollywood, spinoff che vede protagonisti i due personaggi di Clerks che appaiono sempre in ogni lavoro del suddetto regista, a me era piaciuto anche se Clerks all'epoca non l'avevo ancora visto, perciò magari qualche battuta e riferimento me li ero persi.


Divertimento di grana grossa, certo, ma che funziona, perlomeno in quel primo film che conta anche un paio di SCENE CULT (improbabili, ma cult), vero e proprio fanservice, fatte apposta per diventare tali grazie anche alla presenza di Eliza Dushku ed Ali Larter.
Film pieno zeppo di camei di tutti i tipi come Alanis Morissette, Matt Damon, Mark Hamill e Carrie Fisher, che rendono la visione un divertente gioco al riconoscere il personaggio. 
Non posso dire la stessa cosa del secondo, Ritorno A Hollywood, che è un remake/reboot del 2019 fatto sulla stessa falsariga e che riprende la stessa identica storia dove Jay stavolta ha pure una figlia che non sapeva di avere, ma qui non si ride quasi per niente, perlomeno con il doppiaggio italiano.

Dubito comunque che in lingua originale possa fare un effetto migliore, ma so per certo che invece molti altri lo considerano ancora migliore del primo, per cui rispetto anche i pareri altrui che magari vengono da persone molto più dentro di me nel mondo di Kevin Smith. 
Magari farò una full immersion in quell' universo guardandomi l'opera omnia e ne riparleremo. 

Nessun commento:

Posta un commento

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

DOCTOR WHO: SEMPRE AVANTI NEL FUTURO E INDIETRO NEL PASSATO

 La nuova rigenerazione di Doctor Who (perché se siete dei whovians non si parla di semplice serie, ma appunto rigenerazione) mi ha conferma...