mercoledì 1 febbraio 2023

LAMBORGHINI - THE MAN BEHIND THE LEGEND: FORSE ELETTRA ERA MEGLIO

 Oggi voglio fare un servizio pubblico mettendo in guardia tutti da una delle peggiori cose viste ultimamente in tv perché, vabbè, era lì su Prime Video e ci ho dato un'occhiata anche perché iniziava bene che pareva Fast & Furious e inoltre avevo letto che fra i doppiatori c'era pure Christian Iansante (iconica voce italiana di Rick Grimes in The Walking Dead) che per me è uno dei migliori al momento in Italia.


Peccato che la parte affidata a Christian sia quella di Ferruccio Lamborghini adulto (Frank Grillo), come anche quella di Enzo Ferrari (Gabriel Byrne) doppiato da Luca Biagini, e arrivano entrambi da metà film in poi,

mentre tutta la prima parte si basa sul giovane imprenditore in erba che ha l'intuizione di costruire trattori e sui suoi problemi personali anche grossi. 
Il che andrebbe anche bene se non fosse che il doppiaggio italiano di quella prima parte è una cosa inascoltabile e l'atmosfera generale sia da soap opera di terz'ordine con in più che ci sono da aggiungere in tutto il film errori tecnici, come gente che guida sul lato sbagliato della strada o confusione fra cavalli e cilindrata nonché certe improbabili scritte in inglese in una Maranello degli anni 60,

con soluzioni visive mediocri in una cosa che si vuole definire film nel 2023 (ma uscito ancora nello scorso anno), ma che sta a livelli così bassi che forse nemmeno SOPRAVVISSUTI aveva toccato (fiction italiana che verrà presa in futuro come metro di paragone delle robe scrause). 
Cameo, pensa te, di Clementino, già alla sua seconda apparizione nel cinema, qui nella parte di un operaio mangiatore di croissant.


Poi alla fine del film (sempre che uno ci arrivi alla fine) forse a qualcuno della produzione gli è venuto qualche dubbio sul lavoro svolto e allora ti sbattono in faccia una scritta così, ed è a quel punto che capisci tante cose.

Un po' come gli adattamenti nella fiction Rai su MIA MARTINI  dove Ivano Fossati e Renato Zero erano sostituiti da due personaggi inventati o, ancora più in grande, il succedersi degli eventi stravolti come sono stati raccontati in BOHEMIAN RHAPSODY
Da evitare quindi, e mi spiace per il lavoro fatto da Iansante perché lui senza dubbio ci credeva come sempre quando gli viene affidato un doppiaggio. 
In conclusione, come dicevo nel titolo del post, QUESTA Lamborghini sarebbe stata decisamente meglio.

Il che è tutto dire... 

Nessun commento:

Posta un commento

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

THE WHALE: UN OSCAR MERITATO PER BRENDAN

 Dopo la  NOTTE DEGLI OSCAR ho continuato il compito che mi ero prefissato, ma per ora non ancora adempiuto in toto, di vedere perlomeno i ...