mercoledì 14 giugno 2023

ADDIO ALLA FINTA TONTA E...

 Anche se, a sentire la tv, pare che nei giorni scorsi sia mancata una sola persona famosa, così famosa che qualcuno potrebbe aspettarsi che risorga dopo tre giorni, purtroppo ci sono stati altri addii intorno a noi, pure di una certa importanza (anche se, appunto, non sembra, e l'ho già fatto notare nel POST di ieri salutando per l'ultima volta Francesco Nuti); uno di questi altri addii riguarda l'interprete di un disco molto, molto particolare, ovvero LA FINTA TONTA di Maria Doris, cantante che fino ad allora aveva seguito un repertorio molto classico e "serio" finché un giorno (erano gli anni 60) non le capita di ottenere un contratto con la Ariston e le propongono una cover cantata di un brano strumentale del trombettista Herb Alpert. 


Inaspettatamente per lei (ma i discografici invece sapevano il fatto loro) quel disco, presentato durante il programma tv La Fiera Dei Sogni condotto da Mike Bongiorno, diventa il suo più grande successo e ci racconta lei stessa la storia ospite QUI in uno dei tanti programmi televisivi di Paolo Limiti, co-autore del testo. 

Permettetemi una piccola divagazione (come è sempre mia abitudine d'altronde) su Herb Alpert, musicista che alla fine degli anni 70 aveva avuto un grande successo persino in discoteca con quel singolo dal tempo rallentato, super raffinato, stilosissimo dal titolo RISE,

una cosa totalmente diversa da quella specie di cha-cha-cha che era SURFIN' SENORITA, il brano, realizzato con quella che all'epoca era la sua band, ovvero i Tijuana Brass, dal quale è stato ricavato il disco di Maria che è scomparsa a 90 anni la settimana scorsa.

Fresca di ieri invece la notizia del brutto incidente stradale nel quale ha perso la vita a 71 anni Treat Williams, attore americano con all'attivo almeno una cinquantina di film e che ebbe il grande successo grazie al ruolo dell'hippie George Berger in HAIR di Milos Forman dove pure ballava e cantava alla grande.

Berger era il mio personaggio preferito di quel film musicale, forse perché io già giravo da anni con una capigliatura leonina simile alla sua, con la differenza che nel film lui aveva una parrucca e io non lo sapevo ancora.
Se fate molta attenzione poi lo trovate anche in L'Impero Colpisce Ancora con un breve cameo ottenuto grazie alla sua amica Carrie Fisher.

Treat, che era anche il protagonista della serie tv Everwood dei primi anni 2000, era alla guida della sua moto ed un SUV gli ha tagliato la strada. 
E per poco non è venuto un colpo pure a me quando ho saputo che anche Clive Barker era deceduto lo scorso 10 di luglio. 
Ma non si trattava dell'autore e regista di Hellraiser, attualmente 70enne, bensì dell'omonimo allenatore di calcio sudafricano che invece di anni ne aveva 79.

Addio comunque a Maria, Treat e Clive. 

1 commento:

  1. Eh si, il basso, seppure molti non lo considerino molto, ha un ruolo importante nella struttura portante di un brano.

    RispondiElimina

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

NELSON MANDELA E INCEPTION

 Esattamente 60 anni fa, cioè il 12 giugno del 1964, Nelson Mandela, attivista anti apartheid e premio nobel per la pace, nonché presidente ...