venerdì 10 marzo 2023

CASA DOLCE CASA IN ALABAMA: OVVERO L'ADDIO DEFINITIVO AI LYNYRD SKYNYRD

 Oggi diamo l'addio al classico nome che ai più sulla carta non dice nulla, ma su un giradischi lo hanno già sentito sicuramente perché si parla di Gary Rossington,


fondatore e chitarrista dei Lynyrd Skynyrd, quelli di SWEET HOME ALABAMA, la canzone dal famosissimo riff arpeggiato che ogni tanto fa capolino nei film come in Forrest Gump e quando la senti ti ritrovi per magia negli U.S.A.  

Ma quegli U.S.A. con la bandiera confederata che il gruppo ostentava durante gli show e che, per capirci era anche la bandiera dipinta sul tetto dell'auto di Hazzard che si vede in questa foto.

Oddio, giuro che sotto a Daisy ci sarebbe quella bandiera.

Ecco così la bandiera si vede meglio, però preferivo l'altra foto 🙄. 
Ma torniamo a quel nome così insolito quello della band, nome che era un omaggio ironico all'insegnante di educazione fisica Leonard Skinner, il quale era famoso per una sua decisa avversione verso i capelli lunghi (marchio dei rocker dell'epoca), e così particolare che il titolo del loro primo album non era altro che lo spelling di tale nome riportato tra parentesi.

Gary, che dopo i Lynyrd Skynyrd aveva continuato come Rossington-Collins Band e in seguito come Rossington Band, aveva 71 anni, soffriva di problemi di cuore ed era l'ultimo sopravvissuto di quel gruppo esponente del rock sudista già colpito da gravi lutti di cui il più grave accadde per un incidente aereo nel 1977 in cui perì una buona parte dei numerosi componenti. 
Goodbye Gary. 

Nessun commento:

Posta un commento

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

DEL SENNO DI POI... SONO PIENI GLI ABISSI

 Risale ad un anno esatto fa quella tragedia sottomarina del Titan dove cinque persone hanno perso la vita sperando di andare ad esplorare i...