sabato 25 marzo 2023

ALESSANDRO CATTELAN: COME SI CAMBIA FT. BAUSTELLE & ELLY SCHLEIN

 Anche questo sabato lo dedico alla musica tornando a parlare dello show di Alessandro Cattelan, ovvero STASERA C'È CATTELAN SU RAI 2, che va in onda in tarda serata e dopo la pausa si è ora ripresentato da alcune settimane con una formula leggermente modificata (suppongo dopo una estenuante riunione di lavoro con gli autori, gli sponsor e quant'altro) per cui adesso gli artisti ospiti fanno palese promozione al disco o al film in uscita, mentre nella prima edizione si prestavano semplicemente a giocare col conduttore accennando solo marginalmente al loro nuovo lavoro che stavano già promuovendo in altre sedi. È il caso estremo quello dei Baustelle che hanno fatto una fugace apparizione alla fine di una puntata dove hanno soltanto cantato (suonato no) dal vivo il loro nuovo singolo MILANO È LA METAFORA DELL'AMORE


senza alcuna intervista e che, dopo le introspezioni soliste di Francesco Bianconi con quel SUO DISCO di cui avevo parlato all'epoca, sono tornati con ritmo e atmosfera scanzonata ma con un testo bastardodentro che parla di Milano. 
Occasione anche per me per elevarlo a proposta musicale del sabato dato che i Baustelle mi piacciono molto anche se un intero album non riesco a digerirlo in toto (l'ho già detto e lo confermo). 
Ok, anche se ora il programma di Cattelan è diventato un po' più ruffiano e promozionale, rimane però uno dei migliori che ci stanno sulla tv generalista con quei momenti top come ELLY SCHLEIN che suona Imagine al piano

zoppicando qua e là (come diceva una famosa canzone di Renato Zero) o lo scherzo al telefono con Sai Chi Ti Saluta Tantissimo? che sta diventando un tormentone. 
E chissenefrega se va in onda così tardi tanto lo guardo sempre su Raiplay. 

Nessun commento:

Posta un commento

Non c'è moderazione per i commenti perché sono un'anima candida e mi fido.
Chi spamma invece non è gradito per cui occhio!
Tengo sempre pronto il blaster.

DOCTOR WHO: SEMPRE AVANTI NEL FUTURO E INDIETRO NEL PASSATO

 La nuova rigenerazione di Doctor Who (perché se siete dei whovians non si parla di semplice serie, ma appunto rigenerazione) mi ha conferma...